Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
26 Gennaio 2012
PENSACI BENE NIKI!
VENDOLA ALLEANDOSI CON DI PIETRO E IDV STA COMMETTENDO UN ERRORE CLAMOROSO. PER AIUTARE ALMENO I MILITANTI DI SEL A CONTESTARE QUESTA SCELTA POLITICA ABBIAMO RACCOLTO ALCUNI DEGLI ATTACCHI DELL'EX PM E DELL'IDV AL GOVERNATORE DELLA PUGLIA.
Vendola continua a commettere lo stesso errore della sinistra che sin dai tempi di mani pulite non si e' accorta che Di Pietro è un cavallo di troia delle destre. L 'ex pm destabilizza ogni coalizione cui partecipa per la smania di protagonismo e per l'avidità di riconoscimenti. La sua è la storia di un politico afflitto da una inguaribile doppiezza, che ha cambiato idea su tutto ed è pronto a cambiarla ancora. E oggi il suo partito sta mettendo in crisi il centrosinistra laddove può con continue richieste di poltrone e prebende. Solo fino a due anni fa il rais molisano pensava che Vendola dovesse abbandonare la politica perchè troppo vecchio e compromesso dalla vicenda Tedesco. E oggi ci si associa solo per disturbare il Pd e crearsi una identità di sinistra che non ha mai avuto e non potrà mai avere. Ma se la sinistra è in crisi è proprio perchè ha aperto le sue porte a gente come il leader dell'Idv.
'NDRANGHETA: DI PIETRO, LA LOMBARDIA NON E' TERRA DI MAFIA (ANSA) - BERGAMO, 26 MAR - Il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che oggi pomeriggio a Bergamo, e' intervenuto in un convegno dell'Idv su giustizia ed energia, ha parlato anche dell'allarme lanciato da Nichi Vendola sulle infiltrazioni mafiose in Lombardia. ''La criminalita' non ha confini e non c'e' dubbio che la 'Ndrangheta, la mafia oggi hanno una capacita' distruttiva e pervasiva a livello mondiale. E per questo - ha detto Di Pietro - ci sono infiltrazioni in Lombardia, Piemonte, Molise, dappertutto, e non c'e' dubbio che sia cosi'. Ma da qui a dire che la Lombardia e' terra di mafia ce ne corre''. 'La Lombardia - ha ricordato Di Pietro - e' innanzitutto terra di piccole e medie imprese, di laboriosita', di persone che vogliono fare il loro dovere e che, semmai, si lamentano di una burocrazia eccessiva, di uno spreco di risorse e di un sistema politico che, nonostante Mani Pulite abbia individuato tante anomalie, ancora permane nel lavorare a doppia velocita', da una parte chi fa il proprio dovere e dall'altra chi approfitta delle proprie funzioni''. (ANSA) YN2-BAB 26-MAR-11 17:29 NNNNIDV: 

DI PIETRO, VENDOLA PARLI MENO E LAVORI DI PIU' (ANSA) - ROMA, 19 LUG - ''Vedo che il governatore Vendola, anche oggi, ha passato il tempo a fare dichiarazioni e a partecipare a trasmissioni. Speriamo che domani possa dedicare lo stesso tempo a fare il suo dovere di presidente della Regione Puglia, motivo per il quale lo abbiamo votato''. Lo afferma il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.(ANSA). FLB 19-LUG-10 19:16 NNNN

REGIONALI: DI PIETRO, VENDOLA RAGGIRATO,ORA NON PIU' CON IDV (ANSA) - BARI, 26 MAR - ''Vendola e' stato raggirato negli ultimi 5 anni e questa volta vogliamo affiancargli persone competenti e capaci, persone di cui Idv certifica la trasparenza''. Lo ha detto oggi a Bari il presidente dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, chiudendo la campagna elettorale in Puglia. ''L'Italia dei Valori vuole aiutare Vendola a vincere, convincere e ben governare: siamo pronti - ha spiegato Di Pietro - ad assumerci la corresponsabilita' di governare questa regione, nei ruoli e posti che competeranno a Idv secondo le professionalita', concordando i ruoli ed i compiti a bocce ferme. Abbiamo deciso di appoggiare Vendola perche' ha dimostrato, pur trovandosi suo malgrado in una realta' amministrativa che lo ha tradito in alcuni suoi componenti, di avere - secondo Di Pietro - il coraggio e l'umilta' di ricominciare ripulendo la strada dai politici che non facevano il loro dovere''.(ANSA). YB1-DAR 26-MAR-10 16:07 NNNN

REGIONALI: IDV, DA VENDOLA SPETTACOLO INDECENTE PER POLTRONA RIVOLUZIONARIO IN CAMPAGNA ELETTORALE E DOROTEO QUANDO GOVERNA (ANSA) - BARI, 9 DIC - ''In queste ore stiamo assistendo ad un spettacolo davvero indecente per i pugliesi e per il centrosinistra, il cui unico obiettivo del contendere e' la poltrona di presidente della Regione Puglia. Assistiamo impalliditi alla fiera delle ipocrisie e delle bugie. Invitiamo il presidente Vendola a riprendere la ragionevolezza. Gli appelli al popolo lasciamoli a chi salendo sul predellino ha annunciato una nuova era''. Lo afferma l'on. Pierfelice Zazzera, coordinatore regionale dell'Italia dei Valori Puglia, il quale sottolinea: ''Al Presidente Vendola chiediamo pertanto maggiore senso di responsabilita' e coerenza. Non si puo' fare i rivoluzionari in campagna elettorale indossando il maglioncino girocollo e comportarsi da perfetto doroteo in cachemire quando si governa''

REGIONALI: ZAZZERA (IDV), SU TEDESCO VENDOLA GETTA MASCHERA (ANSA) - BARI, 7 DIC - ''Nel corso della trasmissione Report sulla sanita', Nichi Vendola, getta la maschera e ammette la piena responsabilita' della scelta di affidare ad Alberto Tedesco la delega alla sanita' regionale, nonostante l'evidente conflitto di interessi''. Lo afferma il deputato Pierfelice Zazzera, coordinatore pugliese dell'Italia dei Valori. ''Manca ogni forma di autocritica - dice Zazzera - rispetto alla gestione sanitaria regionale di cui la magistratura sta portando alla luce gli interessi trasversali: mi chiedo come si possa pensare di sostenere Nichi Vendola dopo che ha definito i partiti di Centrosinistra 'aggregato di chiacchieroni' e dopo che, in un fuori onda, ribadisce il concetto che 'il socialista Tedesco' restava la scelta migliore per la sanita' pugliese'. Oggi piu' che mai la Puglia ha bisogno di discontinuita'''.(ANSA). COM-DAR/CIO 07-DIC-09 17:32 NNNN 

REGIONALI: PUGLIA; DI PIETRO, VENDOLA? SI E' MALE CIRCONDATO (ANSA) - BARI, 7 NOV - ''Sul piano personale non ho nulla contro Vendola. Ritengo sia una persona per bene e dalle mani pulite. Il problema e' che ha sbagliato a fidarsi e a nominare certe persone. Non si deve piu' far strattonare: il problema non e' Vendola in se', ma tutto quello che gli gira intorno''. Cosi' il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, ha stasera risposto ai giornalisti che gli hanno chiesto se possa sostenere la ricandidatura di Vendola alla Regione. Per Di Pietro ''una classe dirigente che ha utilizzato la faccia di Vendola per farsi gli affari propri, oggi e' bene che vada a casa politicamente e a rispondere alla magistratura delle proprie malefatte''. ''In Puglia, per intenderci - ha aggiunto - alle prossime regionali non possiamo rivedere certe facce che hanno gia' dato e soprattutto gia' preso. In questo senso l'Idv si sta facendo promotrice di una rinnovata coalizione, se ci riusciamo. Se non ci riusciamo state pur certi che l'Idv chiedera' direttamente agli elettori il consenso di poter governare la Regione''. ''Ci potete giurare - ha ribadito - che l'Italia dei valori ha candidati di qualita' per la Puglia, ma che non intende mettere il cappello sulle proprie candidature perche' vuole verificarle insieme a quelle degli altri, affinche' sia la piu' condivisa''. (ANSA). YB8-DES 07-NOV-09 17:58 NNNN

REGIONALI:DI PIETRO,CANDIDATURA VENDOLA? SERVE BAGNO UMILTA' (ANSA) - CATANZARO, 3 SET - ''Ci vorrebbe davvero un bagno di umilta' da parte di Vendola per poter prendere in esame l'accettazione della sua ricandidatura alla Presidenza della Puglia''. A dirlo e' stato il leader di Idv, Antonio Di Pietro, che, al contempo, ha espresso il suo no all'ipotesi di ricandidature di Antonio Bassolino in Campania e Agazio Loiero in Calabria. ''Io ed Idv - ha aggiunto - abbiamo il massimo rispetto di Vendola ma ha una grossa responsabilita'. Era stato avvisato in tempo utile da Idv che non doveva mettere in Giunta certi personaggi, ma non ci ha ascoltati e per questo non siamo entrati nell'esecutivo. Cio' rende problematico un parere favorevole alla sua candidatura''. ''A questo - ha proseguito Di Pietro - si aggiunge un passo falso che mina il gradimento ad una possibile candidatura ed e' la lettera scritta al pm Digeronimo nella quale diceva che non poteva indagare perche' screditava la Giunta. I politici, come tutti, si devono difendere nel processo non dal processo. Tra l'altro Vendola non e' neanche indagato''. (ANSA). SGH 03-SET-09 15:16 NNNN

INCHIESTE BARI: ZAZZERA (IDV), VENDOLA NON PUO' RICANDIDARSI (ANSA) - BARI, 3 SET 2009 - Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, dopo le vicende giudiziarie riguardanti la gestione della sanita' in Puglia deve dare ''un segnale di responsabilita''' e non puo' aspirare ad una sua ricandidatura alle prossime elezioni regionali: lo afferma in una nota l'on. Pierfelice Zazzera, coordinatore regionale dell'Italia dei Valori Puglia.

REGIONALI: PUGLIA; DI PIETRO,NECESSARIO CAMBIO GENERAZIONALE (ANSA) - BARI, 29 AGO - ''L'Italia dei Valori crede che sia necessario in Puglia un cambio generazionale e non contesta a Vendola responsabilita' personali, perche' crediamo che sia davvero una brava persona''. Lo ha detto a Bari il presidente dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, parlando con i giornalisti delle prossime elezioni regionali. Di Pietro ha spiegato: Vendola lo ''contestiamo politicamente perche' non ha rinunciato ad affiancarsi a personaggi che doveva tenere lontano e non ha controllato a sufficienza; per questo con quella squadra, pur se c'e' la foglia di fico di Vendola, noi non possiamo metterci insieme''. ''L'Italia dei valori - ha aggiunto - cerchera' in tutti i modi di costruire un'alternativa che dia alla Puglia il riscatto morale di cui ha bisogno, dopo l'esperienza disfattista del centrodestra e dopo questa cattiva esperienza della giunta di centrosinistra nei cui meandri si e' inserito il malaffare di cui, purtroppo, il presidente della Regione non si e' ancora scrollato in modo adeguato''. ''Ecco perche' - ha concluso - noi ne facciamo una questione di cambio generazionale di classe dirigente perche', se non cambiano le facce, la politica e' sempre quella''.(ANSA). YB8-DAR 29-AGO-09 18:38 NNNN

INCHIESTE BARI:ZAZZERA (IDV),DIFFICILE RICANDIDATURA VENDOLA (ANSA) - BARI, 5 AGO - ''Mi risulta difficile in questo momento pensare davvero ad una ricandidatura di Vendola alla presidenza della Regione Puglia senza che vi sia un profondo chiarimento ed una seria volonta' di ridare credibilita' alle istituzioni''. Lo afferma in una nota il coordinatore regionale dell'Italia dei Valori Puglia, on.Pierfelice Zazzera. ''La questione morale - sostiene Zazzera - non e' una cosa da limitare solo agli arresti o agli avvisi di garanzia. Dalla Puglia di Vendola ci aspettavamo comportamenti trasparenti nella pubblica amministrazione''. ''Il presidente Vendola ha dichiarato che non sara' mai coinvolto dalle indagini in corso. Ci auguriamo che sia cosi', come speriamo - afferma Zazzera - che risulti estraneo alle indagini anche l'assessore alla sanita' Tommaso Fiore, nonostante su di lui i magistrati stiano in queste ore acquisendo documentazione relativa alle consulenze per conto della presidenza della giunta''. ''E pur tuttavia quanto sta accadendo in Puglia in queste ore - sostiene Zazzera - non puo' limitarsi solo alle vicende giudiziarie senza esprimere un giudizio politico negativo sull'esperienza Vendola. Ci auguriamo anche che i magistrati vadano avanti con autonomia e indipendenza guardando anche in settori diversi dalla sanita' come i rifiuti e i processi autorizzativi per le energie alternative''. ''Le inchieste e le intercettazioni, al di la' di quanto i magistrati dimostreranno, disegnano - rileva Zazzera - uno spaccato nella nostra regione drammatico dove interessi pubblici vengono asserviti ad interessi privati, dove si e' tollerato che figli e parenti di un assessore potessero impunemente scorazzare per le Asl e partecipare tranquillamente a gare pubbliche, dove imprenditori chiacchierati parlano con esponenti politici pugliesi di appalti per lo smaltimento dei rifiuti ospedalieri''.(ANSA). COM-AME/CIO 05-AGO-09 18:17 NNNN

INCHIESTE BARI: DI PIETRO, DICEMMO NO A VENDOLA FACEMMO BENE (ANSA) - LECCE, 30 LUG - ''Due anni fa rifiutammo di entrare nella giunta Vendola perche' ritenevano che fosse a rischio coinvolgimento tra pubblico e affare privato e finora i fatti ci hanno dato ragione''. Lo ha detto il leader dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, incontrando i giornalisti a Lecce con i quali ha commentato gli sviluppi delle inchieste baresi sulla sanita'. ''In Puglia - ha aggiunto - e' necessario un rinnovamento della classe dirigente laddove la giunta Vendola dimostra ancora una volta che non basta mettere un'icona (Vendola) a capo della presidenza per risolvere i problemi, se non si fanno delle norme, non si stabiliscono certezze che garantiscano la trasparenza dell'amministrazione pubblica''. ''Cio' che ci preoccupa di piu' in questo momento - ha aggiunto - non e' Vendola in se', ma quello che sta intorno a lui e che ha approfittato della copertura di Vendola per coprire le proprie malefatte''. ''In questo momento - ha insistito Di Pietro - non posso prendermela con una persona che stando in mezzo a tanta melma ne e' rimasto vittima, ma quello che non posso accettare e' di dire si' ad una futura giunta Vendola se non sappiamo prima con chi avra' intenzione di rifidanzarsi visto che finora si e' messo con persone che lo hanno tradito e che soprattutto hanno tradito la Puglia''.(ANSA). YWP-DES 30-LUG-09 19:36 NNNN

INCHIESTE BARI: VENDOLA, NON PROPOSI GIUNTA A DI PIETRO (V. 'INCHIESTE BARI: DI PIETRO, DICEMMO NO...' DELLE 19.35) (ANSA) - BARI, 30 LUG - Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, non ha ''proposto due anni fa a Italia dei valori'' di entrare nella giunta regionale pugliese. E' la risposta del governatore ad Antonio Di Pietro che oggi ha detto di aver rifiutato, due anni fa, di far parte dell'esecutivo di centrosinistra. (ANSA). DES 30-LUG-09 20:38 NNNN

EUROPEE:VENDOLA,DI PIETRO PARLA A VANVERA DI COSE CHE NON SA (V. 'EUROPEE: DI PIETRO A VENDOLA...' DELLE 19.50) (ANSA) - BARI, 1 GIU - ''Spiace che l'on. Di Pietro, con la sua consueta finezza, parli a vanvera di cose che non conosce e non abbia, invece, il coraggio di chiedere scusa per le evidenti bugie dette dal candidato dott. De Magistris. La bugia grande come un palazzo e' che io avrei privatizzato l'Acquedotto pugliese''. Lo afferma il presidente della Regione Puglia e leader di Sinistra e Liberta', Nichi Vendola, replicando a Antonio Di Pietro e Luigi De Magistris, dell'Idv, sulla presunta privatizzazione dell'ente idrico. ''All'on. Di Pietro e ai suoi candidati - prosegue Vendola - basterebbe leggere il Sole 24Ore per conoscere quali e quante acquisizioni abbia fatto l'Acquedotto, dal ciclo della depurazione allo smaltimento fanghi, per capire come in questi anni abbiamo lavorato per rafforzare il carattere pubblico dell'azienda. Da pochi giorni, inoltre, abbiamo chiuso una transazione con la Banca d'affari Merril Lynch che ha impedito all'Acquedotto pugliese di essere travolto, cosi' come era predestinato a causa delle scelte dissennate del passato, nella vorticosa crisi di General Motors''. Vendola si dice infine pronto ad un confronto pubblico in qualunque sede con Di Pietro ''per fargli capire che nella sua foga di 'raccattare' voti a qualunque costo sposa la stessa posizione di chi sta cercando ostinatamente di spingere verso la strada della privatizzazione''.(ANSA). MP 01-GIU-09 21:30 NNNN

SL: VENDOLA, DI PIETRO? UN POPULISTA CON MOLTE MACCHIE (ANSA) - ROMA, 28 MAG - ''Nei ragionamenti di Di Pietro ci sono molte verita' urlate e molti 'buchi neri' difficilmente comprensibili come quello del suo 'no', ad esempio, alla commissione d'inchiesta sul G8 di Genova''. Il governatore della Puglia Nichi Vendola risponde cosi', in diretta su 'Corriere.it', a chi gli chiede cosa pensi del fatto che l'Idv di Antonio Di Pietro potrebbe fare incetta di voti a sinistra. ''Quella del suo 'no' alla commissione sui fatti del G8 - aggiunge - e' una macchia di una certa importanza. Perche' non si puo' essere amanti della giustizia solo in chiave giustizialista. Si deve avere il senso della giustizia sempre e si deve cercare sempre la verita'. Non solo in determinate situazioni, ma anche quando si tratta di fare chiarezza sull'operato delle forze dell'ordine''. E poi, per Vendola, ci sono molte altre ''macchie'' nella vita di Di Pietro come quella della sua opposizione allo scioglimento della Societa' per il Ponte sullo Stretto di Messina. ''C'e' stata un'importante puntata di Report proprio su questo - prosegue - e la domanda resta: perche' lui, che e' stato anche ministro delle Infrastrutture, si e' opposto al suo scioglimento?''. La verita', conclude, ''e' che non abbiamo bisogno di oracoli, ne' di uomini della provvidenza. Di Pietro e' un populista che cerca voti a sinistra, ma il populismo e' di destra...''.(ANSA). BSA 28-MAG-09 13:19 NNNN

UNIONE: DI PIETRO, IN PUGLIA SI E' VINTO NONOSTANTE VENDOLA NON GRAZIE A LUI.PRIMARIE NON PER CRISTALLIZZARE ESISTENTESCELTA CANDIDATI IN BASE A FEDINA PENALE; PRODI? TROPPA PAZIENZA (ANSA) - ROMA, 4 AGO - ''Il 16 ottobre non si vota per rafforzare Prodi, non si vota per cristallizzare l'esistente. Altrimenti avremmo scelto il plebiscito''. Con queste parole il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro spiega il senso della sua candidatura alle primarie del centrosinistra. In un'intervista all'Espresso, il cui testo e' stato anticipato, l'ex Pm di Mani pulite si descrive come un candidato alle primarie del centrosinistra che ''chiede sicurezza e legalita''', individua nel giro delle consulenze nelle Regioni una questione morale nella sinistra e, riferendosi alla prospettiva dell'ingresso nell'Unione del Nuovo Psi di Bobo Craxi e De Michelis, sottolinea che per l'individuazione dei candidati ''Le scelte vanno fatte non sui cognomi, ma sulla fedina penale e sulla credibilità personale. Ex socialisti, ex democristiani ed ex altro - ribadisce - che sono stati condannati non devono essere candidati''. Sempre sulle primarie, Di Pietro, che vede nell'ex sindaco di New York Rudolph Giuliano come un politico a cui ispirarsi, ritiene che la sua candidatura sara' un successo se si attestera' sulla soglia tra il 5 ed il 10%, e manifesta una preoccupazione: ''Se ci saranno truppe cammellate, se c'e' un consenso organizzato, comprato, saranno un disastro. Come e' successo in Puglia: in Puglia non ha vinto Vendola ma le formichine dell'organizzazione comunista, mentre le cicale della Margherita parlavano. Rispetto Vendola - sottolinea - ma in Puglia si e' vinto nonostante Vendola, non grazie a lui''. Infine, dal leader dell'Idv una serie di giudizi sugli altri candidati alle primarie dell'Unione. Alfonso Pecoraro Scanio? ''Ultimamente punta tutto su una sinistra massimalista, a sinistra di Castro. Bloccare le infrastrutture, bloccare l'energia significa sognare un Eden che puo' piacere solo ad Adamo e Eva''. Fausto Bertinotti? ''E' il politico che meglio interpreta il suo progetto: rifondare lo Stato con il comunismo. Un modello vecchio, superato, che resiste solo a Cuba e nel Vietnam del Nord. Ingabbiato in un programma di sinistra occidentale e' utile, se Bertinotti resta un signorno' ci trasforma tutti in un cartello elettorale''. E infine, Prodi? ''E' la sintesi delle anime del centrosinistra. Ha un grande pregio che e' anche un grande difetto: la pazienza di aspettare in riva al fiume che il tempo appiani le differenze. A costo, pero', di non essere abbastanza determinato nel dire cosa vuole e di finire ostaggio dei partiti''. (ANSA). FLB 04-AGO-05 12:28 NNNN

IDV: DI PIETRO, GIUNTA VENDOLA CON LUCI A PAROLE E OMBRE (ANSA) - BARI, 13 MAR - La giunta regionale di centrosinistra guidata in Puglia da Nichi Vendola e' caratterizzata da ''molte luci a parole e ombre, invece, nei fatti''. Lo ha detto il leader di Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, intervenendo oggi a Bari a una manifestazione. ''Un governo da cui ci si aspettava di piu' - ha aggiunto - proprio perche' doveva essere un governo che stava piu' dalla parte del decisionismo in favore della parte piu' povera e piu' debole. Un governo che comunque si e' avviluppato su se stesso sempre per questa miriade di partiti che hanno legato e imbavagliato, con lacci e lacciuoli, chi voleva fare qualcosa di concreto''. ''Io ho rispetto personale per il governatore della Puglia - ha proseguito Di Pietro - ritengo pero' che l'insieme dei partiti che lo hanno accompagnato e la mancanza molte volte di prese di posizioni coerenti hanno fatto perdere un'occasione alla Puglia per svoltare rispetto alle politiche del passato che avevano indebolito economicamente e finanziariamente la Puglia''.(ANSA). AME 13-MAR-09 16:28 NNNN

UNIONE:DI PIETRO, VENDOLA UMILIA CHI LO HA AIUTATO A VINCERE NON PUO' ESLUDERCI DA GIUNTA, INTERVENGA PRODI (ANSA) - ROMA, 2 MAG - ''Invitiamo il neo-presidente della regione Puglia Nichi Vendola a non umiliare chi lo ha aiutato a vincere''. Lo dice il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro, che sottolinea: ''Come giustamente a detto l'on. Fausto Bertinotti, segretario politico del suo partito, le formazioni della coalizione meritano tutte rispetto e pari dignita' perche' per stare insieme sono necessari il rispetto reciproco ed il mantenimento degli impegni assunti. Vendola ha vinto grazie all'aiuto di tutti coloro che si sono spesi per lui e tra questi sicuramente si possono annoverare L'Italia dei Valori, i Verdi e Lista primavera, tre formazioni politiche che hanno eletto consiglieri regionali dimostrando di aver riportato un consenso importante nella competizione elettorale. Escludere queste forze politiche dalla giunta regionale e preferire ad esse altrettanti assessori di nomina presidenziale, scelti tra i propri amici, e' allo stesso tempo atto di prepotenza politica e nepotismo personale. ''Noi di IDV non vogliamo e non possiamo credere - prosegue - che Nichi Vendola rientri in questa categoria di politici e preferiamo sperare fino all'ultimo in un suo gesto di responsabilita'. Soprattutto - prosegue Di Pietro - ci auguriamo che Romano Prodi, come leader della coalizione, sappia far valere le regole e le logiche di squadra rispetto a quelle individuali. Dopodiche' ognuno si assumera' le proprie responsabilita' anche in vista delle elezioni politiche nazionali del 2006''.(ANSA). DEL 02-MAG-05 17:02 NNNN

REGIONALI: PUGLIA; DI PIETRO, NO A LISTA VENDOLAPIU' DANNO CHE BENEFICIO PER COALIZIONE, GIA' FIN TROPPO AMPIA (ANSA) - BARI, 7 FEB - ''Netta contrarieta''' a liste civiche collegate al nome del candidato presidente del centrosinistra in Puglia viene da Antonio Di Pietro, presidente dell'Italia dei Valori. La presentazione di una lista legata al candidato presidente della Gad, il deputato di Rifondazione comunista Nichi Vendola, era stata annunciata dallo stesso Vendola in una conferenza stampa l'altro ieri. ''Non ha alcun senso - afferma Di Pietro, che dichiara di condividere ''pienamente'' la posizione al riguardo del coordinamento regionale pugliese dell'Idv - far nascere a solo scopo elettorale liste che creano tensione tra le forze del centrosinistra e potrebbero favorire solo trasformismi ed alimentare confusione, rivelandosi piu' un danno che un beneficio per la coalizione, gia' fin troppo ampia''. Del centrosinistra pugliese fanno parte circa 15 partiti e movimenti politici. L'altro ieri Vendola ha annunciato che la lista legata al candidato presidente si chiamera' forse 'Primavera Pugliese'; il simbolo - sempre secondo anticipazioni - ricordera' i colori della bandiera della pace con la stilizzazione di un airone: ci dovrebbero anche essere scritti i nomi dei cinque presidenti delle Province e dei tre sindaci del centrosinistra. (ANSA). ZG 07-FEB-05 18:59 NNNN


























Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j