Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
02 Aprile 2011
ANCONA. SIAMO ALLE SOLITE: L'IDV VUOLE FAR CADERE LA GIUNTA DI CENTROSINISTRA.
FAVIA MINACCIA LA MOZIONE DI SFIDUCIA CONTRO IL SINDACO GRAMILLANO. "NULLA DI QUANTO CONCORDATO IL 21 FEBBRAIO E' STATO FATTO", ATTACCA IL LEADER MARCHIGIANO DEI DIPIETRISTI, PER QUESTO CI RIPRENDIAMO LIBERTA' D'AZIONE". VERSO DOVE? IL CENTRODESTRA? PER ORA HA OTTENUTO DI SPACCARE L'IDV: QUATTRO CONSIGLIERI COMUNALI SU SEI SONO CONTRO DI LUI.
Le critiche mosse al Pd dal deputato ex berlusconiano sono solo scuse. La verità è che mira a diventare sindaco di Ancona e quando parla di rifiuti o servizi pensa solo a incarichi e poltrone in quota all'Idv. Tanto per ingannare il tempo poi, alla Regione Marche, Favia sta cercando di far fuori gli assessori Idv, Moroder e Donati per sostituirli con uomini più fedeli a lui. Ma in questo caso l'ambizioso Favia deve per ora fare i conti con il veto del presidente Spacca. (nella foto Favia, Di Pietro e Paola Giorgi)
Ad Ancona siamo alle solite. Il ras locale dell'Idv, David Favia minaccia di rompere definitivamente l'alleanza con il Pd e si accinge a presentare una mozione di sfiducia contro il sindaco. Il deputato dipietrista nonostante abbia finora ottenuto tutto quello che ha voluto, continua a tenere nei confronti dell'alleato più importante lo stesso atteggiamento che tiene dall'inizio della consiliatura: uno stillicidio di richieste e di provocazioni in stile mastelliano che hanno reso la navigazione della giunta di centrosinistra guidata dal sindaco Gramillano sempre molto precaria. Anche in questo caso la paventata frattura è accompagnata dalle consuete lagne sulla mancata attuazione del programma, sull'assenza di collegialità eccetera e anche in questo caso sono solo scuse. 

Il vero motivo per cui Favia scalcia è che vuole diventare sindaco di Ancona e che qualunque crisi politica è finalizzata a tornare al più presto alle urne, previo commissariamento per poi candidarsi primo cittadino. Lo avrebbe confessato lui stesso nel corso di un direttivo regionale. Nessuno ha ancora capito però se con il centrosinistra o con chi chissà quale altra coalizione. E' infatti evidente che senza il Pd l'Idv non va da nessuna parte se non verso il Pdl, ma è altrettanto certo che almeno una componente del Pd appoggerebbe le ambizioni di Favia, in particolare il segretario regionale Palmiro Ucchielli, l'artefice della svolta che a livello regionale ha portato i "democrat" marchigiani a scaricare la sinistra per imbarcare l'Udc. Un'ipotesi che si starebbe studiando è che Favia cerchi una soluzione simile a quella adottata a Fano, dove l'ex Pci e Cgil Aguzzi, persona molto nota nella cittadina adriatica, è riuscito a diventare sindaco presentando una lista civica e vincendo le elezioni grazie all'appoggio indiretto del centrodestra che non si è presentato. Insomma una sorta di desistenza. Di Pietro approverebbe quello che nel suo colorito linguaggio altro non sarebbe che il più sfacciato degli "inciuci"?  

In attesa di diventare primo cittadino a Favia e soci interessano naturalmente alcune poltrone, il più classico degli "instrumentum regni" che l'ex forzista tiene sempre presente. In particolare oltre al vecchio pallino del Teatro Stabile di Ancona nel cui cda è stato eletto con i voti della destra e di cui vuole la presidenza, a Favia sta a cuore la "Multiservizi spa" che gestisce acqua e gas e dove peraltro alla consociata "Prometeo" ha già piazzato come presidente un suo uomo, Giacomo Roscioli. Inoltre Favia vuole dire la sua anche in ambito ecologico. Il suo progetto è favorire il decentramento dell'impianto di trattamento rifiuti affidandolo ad un privato, la ditta Cavallari di Ostra, già oggetto di una visita della commissione ambiente del Comune e da tempo caldeggia l'acquisto di questa azienda da parte di "Ancona Ambiente". E' noto che Presidente di "Ancona Ambiente" è Gianni Giaccaglia, in quota all'Idv, l'uomo di Favia che ha sostituito Gianni Ciotti, il ricco commercialista anconitano dell'Idv che si è dovuto dimettere perchè indagato dalla locale Procura per bancarotta fraudolenta. Giaccaglia è anche presidente di "Sviluppo Marche spa" dove è stato piazzato quando era dei repubblicani europei. La leader Luciana Sbarbati gli ha chiesto di dimettersi ma inutilmente. 

Favia e la sua fedelissima Paola Giorgi, sono molto attivi anche sul fronte della Regione Marche. Lì il principale obiettivo dell'ex collaboratore di Longarini è quello del rimpasto per far fuori i due assessori dell'Idv: l'odiata Serenella Moroder, che se non fosse stato per Di Pietro (e se fosse stato per Favia) non sarebbe mai diventata assessore alla Protezione civile e al Turismo; e Sandro Donati, anche lui ex Pd come la Moroder e caduto in disgrazia dopo l'alluvione, quando ha pubblicamente ammesso, lui che ha la delega sulle risorse idriche, di non sapere di chi sia la competenza sulla manutenzione dei corsi d'acqua. Per sostituire la Moroder c'è una lista di almeno otto nomi, per quanto riguarda la poltrona occupata da Donati invece, Favia vorrebbe piazzarci un altro suo fedelissimo, l'assessore provinciale di Fermo, l'ex Dc, Adolfo Marinangeli. Il presidente della Regione Gian Mario Spacca però sul rimpasto frena. 

Al "furetto" Favia non tutte le ciambelle stanno riuscendo con il buco e le sue ultime manovre destabilizzanti stanno spaccando il partito. Questa è infatti la novità dell'ultima fase politica anconitana. Quattro consiglieri comunali su sei si sono schierati contro il leader regionale. Sono il capogruppo Daniele Tagliacozzo, Serenella Moroder, Bruno Brandoni e Daniele Micheli. I quattro non condividono la linea di scontro con il Pd e Gramillano, un'impostazione che non convince nemmeno Marcello Pesaresi, il vicesindaco ex Pd anche lui recentemente cooptato nell'Idv. I due consiglieri rimasti allineati con il deputato dipietrista sono Alessandro Fusco e Andrea Filippini, quest'ultimo eletto con il Pdci e passato strada facendo sotto le insegne del partito dell'ex pm. Ovviamente per il deputato anconitano questi dissensi sono solo contrattempi e continua ad andare dritto per la sua strada.  

Ma Favia è davvero forte come sembra? Non è detto. Non bisogna dimenticare infatti che alle comunali del 2009 l'ambizioso avvocato nella sua città era riuscito a mettere insieme uno smunto 4,5%, racimolando 91 voti in meno della lista dei grillini. Questi ultimi però si ritrovano con un solo consigliere comunale a fronte di un Idv che, grazie al marketing di chiaro stampo berlusconiano di Favia, ha accumulato ben sei consiglieri, ottenendo inoltre il presidente del consiglio comunale, un assessore e un vicesindaco. E' vero che alle regionali del 2010 l'Idv è andato molto meglio, ma S. e L. non era ancora forte com'è ora e soprattutto non doveva vedersela con i grillini che invece alle comunali anconitane del 2009 hanno presentato una loro lista portando via parecchi voti all'Idv dorico. 

Questo vuol dire che Favia sia nel capoluogo marchigiano che a livello regionale dovrà sempre fare i conti con una componente elettorale di sinistra che affluisce in Idv fino a che non c'è un'alternativa, alternativa che può essere rappresentata sia da Grillo che da Vendola. Il successo politico di Favia dipende perciò da due fattori: la possibilità di promettere incarichi pubblici e di partito per strappare personale politico agli altri partiti, possibilità concessagli dal Pd; e il voto di sinistra che incautamente qualche elettore continua ancora ad affidare al partito di Di Pietro. Favia ha capito che non può contare a lungo sulla coesistenza di queste due "fortune", soprattutto sulla seconda e per questo sta accelerando la crisi ad Ancona. Perchè se vuole diventare sindaco deve fare tutto in fretta. 

 
















Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Iodice Generoso 2011-07-18 17:31:07

Fateci caso,queste parole contro Di Pietro,sono senza chi l' ha scritte,e se l' ha scritte,sicuramente non vuole un' italia vera,e tanto meno ci vuole bene. Già la Parola ITALIA DEI VALORI,dice tutto,o no,poi vuole farci rispiarmiare un sacco di spese inutili,tipo togliendo le provincie che sono tutti soldi,del nostro sudore,che invece molti anche in Parlamento,prendono molto di più di quanto dovrebbero prendere,poichè la legge Italiana dice:il guadagno di un' operaio,deve essere dato dalla penosità lavoro,e da come è il lavoro che produce.E molti,lavorano,ma lavorano veramente,fino ad esaurimento forze,e questi stando seduti su una poltrona,non dico Di Pietro,poichè è dalla parte dei cittadini,tant' è vero che vuole togliere le provincie,che tutti quei politici,non so quanti soldi tolgono agli Italiani,poi ci sono gli altri membri del parlamento,che solo per fare quattro anni di lavoro,prendono,una pensione,che un' operaio lavorando manualmente per tutta la vita,non se la sogna neanche rispetto ad un Politico.IO non dico che Di Pietro è cattivo,ma se ci dialogassivo qualcuno di voi,o ci mandereste non un' e-mail,perchè dopo sarà un disastro e credetemi che sono un cittadino,come voi,ma un fax per spiegargli tutti i vosrti problemi,vedrete se sempre con la ragione e senza mentire,quello che farà.Parliamoci Chiaro,tutti,quelli che oggi vanno in Politica,vanno solamente per i fatti propi,però L' Onorevole Di pietro,come avete,ben capito,è dalla parte dei cittadini,e torno a ripetervi che se gli scriverete qualche cosa via fax,però che appartiene alla legge Italiana,anzi di far togliere tutte le leggi ad personam,specialmente coloro che le hanno fatte per i propi interessi,senza fregarsene chi il mangiare se lo guadagna con sudore,e chi invece,ne guadagna molto di più dormendo,cioè vedete voi in che Stato viviamo,IO vi consiglierei ad ogni uno di voi che leggete di trovarvi,su internet,il numero telefonico Della Segreteria dell' Italia dei valori,e mandargli il fax secondo quello che ritenete più oppurtuno fare sempre se è una cosa buona è giusta ovviamente,e vedrete se lo farà o no.Se non vi risponde oppure se ne frega o dice di farlo e poi non mantiene le promesse,allora significa,che pensa anche lui ai suoi interessi e non come dice ai cittadini.Io ad esempio gli ho mandato parecchi fax e mi disse la segretaria,che mi ha mandato una risposta,ma sono giorni che non avuto nulla.Può darsi pure che arriveranno,con ritardo ma se non arriveranno lo scriverò su facebook di pietro,e poi me ne andrò dall' italia,non per gli Italiani,ma per coloro che pensano solo ai fatti propi,plagiandoli,oppure,confidando nella ricchezza,senza pensar ad altro,come tutti i politici,che quello che penso,io,se non avete il coraggio di far fronte a problemi come camorra,ladri "puliti",abusatori di leggi,Carabinieri corrotti,che fanno anche prevaricazioni e addirittura pedofili,e minacciando le madri,di essere accusati di diffamazione,secondo me se no

mattia lonigro 2011-04-10 20:05:06

elefante perchè non accenni tu ai comportamenti retrivi del sindaco di ancona? tu che sei così informato...i voti Idv crescono? dai sondaggi non si direbbe e se sono cresciuti è solo perchè il pd è un partito di emeriti coglioni che non ha ancora mandato a quel paese quel menagramo portajella di di pietro. Guardati la rassegna stampa elefante, leggi come favia ricicla i fuoriusciti del pdl, coraggio preparati ad un'altra scilipotata...

Biaigio Elefante 2011-04-10 17:25:45

Quindi il deputato favia dichiara di non essere intenzionato a fare il sindaco di Ancona, ma il tribuno sostiene che lo è. E questo lo vuol far passare per atteggiamento negativo e distruttivo dell'unità della sinistra; ma non accenna minimamente ai comportamenti retrivi dell'attuale sindaco. Ebbè iol nemico è solo e soltanto idv, e i suoi rappresentanti. Ma non si domanda mai il tribuno perchè mai i voti a idv continuanio a crescere, e provenienti sempre come lui stesso afferma, dalla sinistra?!

giusy 2011-04-10 03:20:04

Lo avevo detto io che volevano un loro uomo alla multiservizi senza pensare che la scelta di Gramillano possa essere stata migliore? Il postificio di idv non ha limiti!

giusy 2011-04-10 03:17:42

E' proprio vero, i padroni dei partiti vanno sostituiti con un vero e collaborativo gruppo di persone responsabili e di senso civico. occorre essere aal servizio dei cittadini e non al contrario. I sodali del capo non devono avere spazio perchè tolgono aria alla democrazia!

Giancarlo Gigli 2011-04-09 21:47:55

I padroni dei partiti ed i loro sodali vanno cacciati da tutta la base !

Giancarlo Gigli 2011-04-09 21:46:05

Mirco, leggi cosa sta combinando favia ad Ancona, lo trovi nel sito http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?sId=37

Le contestazioni di Ruggero Giacomini
“Ci sarebbe solo da ridere”

Ancona “L'Idv-Italia dei voltagabbana, con Scilipoti e Razzi a Roma salva Berlusconi, ad Ancona con David Favia rinnova la gazzarra in Comune per il postificio”. Così Ruggero Giacomini, del Pdci. “Stavolta il motivo scatenante è la conferma di Avenali a Multiservizi, senza che nessuno dica che ha lavorato male ma semplicemente perché quel posto doveva toccare a qualcun altro”. “Favia intervenne nelle primarie del Pd contro il candidato sindaco Stefania Benatti a favore di Gramillano, salvo poi sgambettarlo ad ogni passo. E’ stato Favia a volere in giunta come vicesindaco Franco Brasili, salvo poi scaricarlo poco elegantemente, per far posto a un uomo di Galeazzi. E’ stata ancora l’Idv a pretendere il cambio ai servizi sociali, per poi ammettere che era meglio prima. Ci sarebbe da ridere, se in mezzo non ci fossero i cittadini”. “La vera imperdonabile colpa di Gramillano è stata aver rotto a sinistra e aver accantonato il programma elettorale, sperando di accontentare l’Idv e di sopravvivere”.

Consiglieri e sindaci
E ora scatta la solidarietà al capoluogo
Ancona Dalla provincia a sostegno del capoluogo. Ci voleva l’ennesima crisi con l’Idv per scatenare la solidarietà del territorio verso Ancona. Ma rischia di essere troppo tardi, perché ora è il capoluogo ad implodere. Tant’è, c’è chi ci prova. I consiglieri regionali del Pd Gianluca Busilacchi, Fabio Badiali ed Enzo Giancarli esprimono soddisfazione per “l'unità manifestata dai Comuni nella nomina di Avenali a presidente di Multiservizi”. Avenali, dicono, “è l’espressione di una scelta unitaria dei Comuni, che hanno apprezzato il lavoro svolto fino ad oggi con correttezza e responsabilità”. Aggiungono: “La sua esperienza sarà utile per rendere sempre più competitiva l’azienda e svolgere un ruolo di aggregazione con altre aziende”. “Tutti - concludono - riconoscono alla città di Ancona il decisivo e forte ruolo di indirizzare le scelte, le strategie e la capacità di coinvolgere tutto il territorio della provincia e della regione”.
Anche il sindaco Pd di Jesi Fabiano Belcecchi ha apprezzato “la votazione all’unanimità dei sindaci”. A Gramillano, attaccato dall’Idv ma anche da alcuni esponenti del Pd per la mancata nomina di Gianni Giacobelli, Belcecchi esprime “solidarietà e vicinanza”. “Non solo - osserva - non ha svilito il ruolo e il peso di Ancona, ma se possibile lo ha rafforzato, dimostrando come sia possibile esercitare una leadership senza necessariamente dover far pesare i numeri e sapendosi far carico della situazione, evitando così che le tensioni e i contrasti tutti interni alla realtà anconetana si scaricassero ancora una volta sul resto del territorio. Cosa questa riconosciuta al sindaco di Ancona da tutt

Giancarlo Gigli 2011-04-09 21:42:32

Vedo che sei in buona fede Mirco, ma ti invito ad aprire la tua visione e ad avere senso critico. Non abbiamo più bisogno di padroni, abbiamo necessità di scelte condivise, collegiali e democratiche e, soprattutto, quello che viene detto deve coincidere con le azioni. Hai mai potuto prendere visione del bilancio economico provinciale e/o regionale?

Mirco Marchetti 2011-04-09 12:04:05

Anzi...giusto per mostrare la spensieratezza del mio agire politico, ti metto pure l'inno cho ho scritto, musicato e cantato (con qualche sbaglio ma l'ho fatto in due ore di tempo sabato scorso) e che svela anche i nostri intendimenti, sia di IDV che dei nostri alleati per la nostra lista civica che si chiama, per l'appunto, "Partecipare". L'IDV, la mia IDV, partecipa, in spirito di squadra, alla costruzione del paese in cui viviamo.

il link

http://fermignanoidv.blogspot.com/

ciao,

Mirco Marchetti 2011-04-09 11:44:32

Caro Giancarlo, io credo che la politica la si debba fare ad iniziare da ciò che meno ci sfugge e ci è più vicino. Che senso avrebbe criticare un partito su un blog? Ho già detto che lo farò nelle sedi opportune e quando ne dovessi ravvedere la necessità. Di certo è che, vivere in un comune, il comune più a sud d'Italia che ha un sindaco leghista e sentirsi dire dai leghisti che siamo i veri xenofobi perché pure il tribuno lo dice, di certo rende la vita difficile e, per la storia che mi porto dietro, la mia storia, è certamente fuorviante. IO mi ispiro, avendoli condivisi, ai principi fondanti di IDV, e non ho tempo per verificare cosa fanno le altre persone. Di una cosa, volendo generalizzzare sono certo, il problema della sinistra è...la sinistra.

Per il resto, pare che il problema, comune a quanto vedo a tutti i partiti, sono gli incarichi, gli incaricati, le nomine ed i nominati. FRancamente non mi interessa e non ho mai preteso nulla e non accetterei mai un incarico dove non posso far valere le mie competenze e dove non saprei cosa fare o cosa dire. SE un giorno, ma bada bene che sono 8 anni che milito in questo partito e non ho mai avuto incarichi, mi venisse offerto un incarico su un comparto cui penso di poter aver qualcosa da dire e da fare, di certo non rifiuterei. Fin d'ora non è avvenuto e non mi pae sia nelle intenzioni prossime future. Dovrei forse arrabbiarmi per questo? Ma vedo che a tutti interessa questo. A me interessa combattere per la cause in cui credo, assieme agli amici che conosco e che ho vicino, ed in questo momento abbiamo l'intenzione di mandare a casa un sindaco leghista, populista, che governa assieme ad ex fascisti e pidiellini. Ed io, personalmente, manco mi sono messo in lista ma ho lasciato spazio ad un giovane di 28 anni. Poi, ognuno sarà responsabile dinanzi alla propria coscienza delle proprie azioni. Chi mi conosce, sa che ci sono stati momenti in cui il partito l'ho pure criticato, e non certo per questioni di opportunismo o per far la sponda a qualche nome...

Giancarlo Gigli 2011-04-09 10:22:16

Caro Mirco vedo che sei critico verso tutti gli altri ma completamente acritico verso il tuo amatissimo partito.
Buona fortuna, a incarichi sempre maggiori.

Mirco Marchetti 2011-04-08 15:11:34

Io credo che coloro i quali sono alla ricerca dei loro idoli sono coloro i quali creano il terreno ai tiranni che, governano sul terreno delle nostre debolezze. Ed i cercatori di idoli, ma affossatori di idee, nel demonizzare generano il demonio. Personalmente sono alla ricerca di idee, mi interessano poco gli idoli. Chi demonizza è già in se, il servo di qualcuno. W l'Italia, ma ancora siamo ben distanti dall'aver fatto gli italiani...

Giancarlo Gigli 2011-04-08 10:37:25

Il Tribuno come Berlusconi?
Povero illuso, oggi SIlvio è al potere grazie proprio all'IDV che hanno votato la fiducia. I parlamentari li sceglie direttamente Tonino e neanche a farlo apposta la settimana scorsa il deputato IDV Borghesi era ospite a Canale5 nel programma di Bonolis.
Ma come! Quello che doveva essere il nemico numero uno di Berlusconi viene ospitato proprio nelle sue reti?
Caro mio, non serve una laurea per fare 2 2, l'ignoranza spesso è insita nella mancanza di spina dorsale.
Continua ad essere suddito di questi potenti che se la ridono con tutte le persone come te.
W L'ITALIA

Mirco Marchetti 2011-04-08 08:59:24

Invece, il 90% delle persone, purtroppo, è alla perenne ricerca di un capro. Posso elencare le cose che ho fatto e ho contribuito a fare, seguendo gli ideali in cui credo e che traduco in azioni concrete attraverso IDV. Non ho mai perso tempo nell'enumerare i riflessi incondizionati negli altri, ho da fare cose e non ne ho i titoli, assieme ad amici, per il territorio in cui vivo e per le persone che vi abitano. In quasi 8 anni di militanza, non ho avuto il tempo di farmi attribuire incarichi, né li ho mai pretesi, ho da fare cose, faccio politica. Posso però nel concreto mostrare ciò che nel mio piccolo ho fatto. Attendo che i saccentoni, i grammaticati, i puri e duri, i lamentosi perenni e tutti i figli della vecchia politichetta italiota, mi dicano cosa hanno fatto di concreto nel loro piccolo, oltre allo squalificare persone, all'elencare percentuali pavloviane e ricercare un capro sostenibile per le loro proprie inettitudini. In ogni goccia è descritto un mare, Fermignano sarà pure una goccia, ma goccia dopo goccia, noi tentiamo di costruire un mare limpido, mentre la vostra acqua stagna, non fa che impudridire il mare in cui giace. Questo è quel che mi/ci è parso all'evidenza dopo tempo che non scrivevo qui le mi "fregnacce".

marco rossi 2011-04-08 04:10:13

Il conformismo caratterizza il 90& dei militanti idv, fanno tuti ciò che dice il capo...

Mirco Marchetti 2011-04-07 19:58:35

Infatti, a dar consistenza ad un ragionamentro è arrivato il noto pensatore Lonigro...Studia Lonì...studia, imparerai ad andare oltre i confini. Il cognome va scritto in maiuscolo..somaro!

lonigro 2011-04-07 19:41:17

da qualche tempo mancava marchetti ed è tornato con le sue solite fregnacce. Il tribuno sarebbe come bossi e berlusconi perchè critica l'idv ad ancona e ignora che a fermignano, patria del grande marchetti l'idv si allea contro la lega e il pdl con il pd e la sinistra. Come se le critiche a favia del tribuno non fossero le stesse che gli può rivolgere uno come marchetti se non fosse il solito militante idv pavido e conformista. Come se favia non fosse stato per anni con quelli che il povero marchetti combatte a fermignano, noto centro della politica mondiale. ma vi rendete conto a che livello di demenzialità si può spingere una persona?

Mirco Marchetti 2011-04-07 17:55:26

Il tribuno come Bossi e Berlusconi

Qui in Fermignano (PU), dove il 15 e 16 maggio ci saranno le amministrative ed IDV alleato con SEL, PD, Rif. Com. in una lista civica denominata "Partecipare" per scalzare un sindaco leghista che governa da 5 anni assieme a PDL ed UDC, da qualche tempo fanno riferimento, leghisti e pidiellini anche al "tribuno" per delegittimarci. Come diceva Totò, la serva serve, ed il TRibuno in questo caso è al servizio di xenofobi leghisti e di fascisti.

Tra l'altro, hanno scritto nella nostra bacheca che Di Pietro è un terrorista e va cancellato perché ha esortato i cittadini alla violenza con il lancio delle monetine e che, dopo le monetine, passeranno ai proiettili ed alle bombe. Vogliamo tranquillizzare tutti che, con la crisi che pervade la maggior parte dei cittadini, le monetine che ancora ci restano ce le teniamo in tasca. Le monetine...

mario romano 2011-04-07 15:21:02

Favia Favia le prossime elezioni vi spazzeranno via e in un altro partito salterai con allegria e tutti i tuoi sodali torneranno a casa senza maestrìa. Favia Favia ...

giusy 2011-04-07 13:31:57

....Non distinguono i vertici idv il giornalismo d'inchiesta dai giornalai che censurano su comando, per questo ce l'hanno con il tribuno che è un vero professionista!

giusy 2011-04-07 13:29:33

Eusebi ad Ancona ha minacciato con una mozione di sfiducia il sindaco Gramillano perchè la presidenza della multiservizi non è andata a uno di Ancona.
E' una scusa, la verità è che volevano la presidenza per metterci un fidato idv.
Lo fanno fare il lavoro sporco al fedelissimo cagnolino di razza?
Assi pigliatutto? Chissà cosa ne pensa il pd e soprattutto il pd maceratese con l'accordo sottoscritto per le provinciali, anche li il fedele cagnolino di razza?

l. franceco 2011-04-07 11:36:36

Zazzera oggi in Parlamento ha dato dell'assassino al Ministro Maroni. Loro da nazifascisti quali sono possono insultare e aggredire chi vogliono, se poi qualcuno li critica passano subito alle minacce.
Possiamo sapere come si è sviluppata la carriera professionale e politica di Paola Giorgi? Il buco nel bilancio del teatro di Fabriano? Anch'io voglio fare carriera con gli mms

mattia lonigro 2011-04-07 01:14:53

"grazie al presidente Di Pietro, che ringrazio"....come vedete per diventare deputati nell'Idv e per restarlo bisogna ringraziare Di Pietro almeno due volte di seguito. Il tribuno calunnia Idv? E che bisogno c'è? Non si calunniano da soli?

serena rossini 2011-04-06 21:27:06

Sapete che a MC sono uscite dall'idv almeno 70 persone? Chissà perchè non erano soddidfatte della gestione del deputato ? Alle provinciali di MC avrte un crollo verticale? Forse si, non vi salverà la grande pubblicità?

Francesco Marinsalti 2011-04-06 13:55:09

favia favia, questa volta ci sono alcune affermazioni gravi, sei sicuro ? vogliamo chiedere a Gramillano, tra i Sindaci più amati nelle Marche? perchè tantissime persone stanno fuggendo dal tuo partito? non sei abituato a saltare da un partito all'altro (forza italia - mastella - idv)?

Daniele Tagliacozzo 2011-04-05 23:35:42

Come disse Enzo Biagi, il bello della democrazia è questo: tutti possono parlare, ma non occorre ascoltare.
Anche se non è nel mio stile ribattere a dei pensieri che vengono "spacciati" come verità assolute, posso tranquillamente dire che la città che amo e per cui mi impegno, non versa in questo momento in ottima salute per tutta una serie di circostanze, ma da qui a fare delle ilazioni, dichiarando di una "presunta" rottura interna che di fatto non è avvenuta, avendo preso il gruppo cittadino fino ad ora le decisioni collegialmente, e non pensando minimamente ad una possibile alleanza con il centrodestra(quella si che potrebbe portare ad una forte divisione) ce ne passa.
Il nostro segretario regionale David Favia, sempre attento alle politiche del Capoluogo, che rappresenta come deputato, non ha mai manifestato l'intenzione di candidarsi come Sindaco della città.
Occorre certamente rimboccarsi le maniche mettendo in campo le risorse migliori.

Daniele Tagliacozzo

david favia 2011-04-05 20:50:37

pur conscio del fatto che il tribuno fa della calunnia nei confronti di idv e di molti suoi esponenti la sua ragione sociale, e pur avendo più volte risposto col silenzio, stavolta ci sono alcune affermazioni gravi che non possono passare sotto silenzio.
Grazie al Presidente Di Pietro, che ringrazio, e a IDV faccio il deputato e il coordinatore regionale. Mi basta. non ambisco a fare il sindaco di ancona nè a fare accordi con la destra.
ringrazio e ne sonomorgoglioso del consenso che godrei presso Ucchielli e parte del PD.
Altra cosa è la totale insufficienza politico-programmatica del sindaco e della giunta.
Distinti saluti.
David Favìa

ps il gruppo consiliare, forse inclusa anche la Moroder, è totalmente allineato su quanto decide il partito

Giuseppe D'Amico 2011-04-05 16:33:20

Devono andare tutti a casa, spero che alle provinciali di Macerata questo schifosissimo partito possa
definitamente crollare. Fate maledettamente schifo!

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j