Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
10 Gennaio 2011
C'ERA UNA VOLTA IL PARTITO DELLA LEGALITA'. UN ASSESSORE DELL'IDV SOTTO PROCESSO PER RICETTAZIONE RESTA TRANQUILLAMENTE AL SUO POSTO. E IL CODICE ETICO?
ANNA RITA PRENCIPE, TITOLARE DELLA DELEGA ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE AL COMUNE DI MANFREDONIA, E' ACCUSATA DI RICETTAZIONE DI MATERIALI ARCHEOLOGICI. I CARABINIERI GLIELI HANNO TROVATI A CASA DURANTE UNA PERQUISIZIONE. NONOSTANTE IL CODICE ETICO DELL'IDV IMPONGA CHE UN RINVIATO A GIUDIZIO SI DIMETTA DAL PARTITO, E' STATA NOMINATA ASSESSORE E ANCHE CANDIDATA.
La signora Prencipe smentisce la notizia poi aggiunge che non parla di queste cose al telefono. Ma la notizia sul suo conto è certa. Ed è anche nota ai dirigenti nazionali e regionali del partito. A imporre la sua candidatura alle comunali di Manfredonia nel 2010, è stato l'allora coordinatore regionale, Pierfelice Zazzera: "non si possono buttare vai 1000 voti", spiegò. Orazio Schiavone, capogruppo in consiglio regionale dell'Idv e coordinatore foggiano, era inizialmente contrario alla candidatura, poi ha cambiato idea. La Prencipe ha fatto campagna elettorale per lui alle regionali. Ma ovviamente questo non c'entra niente.
Annarita Prencipe, (foto) assessore comunale alla pubblica istruzione dell'Idv a Manfredonia, dal settembre del 2009 è sotto processo per ricettazione di beni archeologici. La Prencipe è stata nominata assessore mentre era sotto processo, così come dopo il decreto di rinvio a giudizio del tribunale di Foggia, sezione distaccata di Manfredonia, è anche stata candidata alle elezioni comunali della sua città nel marzo 2010. Interrogata a  proposito dal Tribuno. com, la diretta interessata ha dapprima negato che la notizia sia vera, poi ha aggiunto che al telefono non parla di queste cose chiedendoci di raggiungerla a Manfredonia, dove ci avrebbe anche invitato a mangiare il pesce. Al nostro diniego a raggiungere la ridente cittadina pugliese ha provveduto di colpo a interrompere la imbarazzante conversazione perchè, ha spiegato, aveva una riunione di giunta. 

La notizia ovviamente è vera. E' stata riportata da un giornale locale e mai smentita e la conferma arriva da una fonte al di sopra di ogni sospetto, il consigliere comunale dell'Idv, Matteo Ognissanti. "La signora Prencipe", ci racconta Ognissanti, "quando era presidente del consiglio comunale di Manfredonia, ha subìto nel 2008 una perquisizione da parte di uomini delle forze dell'ordine i quali hanno rinvenuto nella sua abitazione uno scatolone pieno di reperti archeologici". La militante dell'Idv si è difesa dicendo che quel materiale si trovava "solo provvisoriamente nella sua abitazione, trattenuto in attesa di essere acquisito dal comune allo scopo di impedire che fosse trafugato all'estero". In realtà si trattava di materiale rubato, da qui l'accusa di ricettazione. Ognissanti aggiunge di aver informato che la Prencipe è sotto processo, "sia gli organi di garanzia regionali che quelli nazionali, ma precisa, "non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta".  

Inutile chiedere ai dirigenti del partito. Nessuno ne sa niente. Il presidente del collegio di garanzia regionale pugliese, Nicola Triglione dice che che di queste cose non parla al telefono, il membro dello stesso collegio, Ugo Saggese, dice di non saperne niente e che comunque a occuparsene deve essere il collegio di garanzia nazionale. Poi però rifiuta di rispondere alla domanda: "se fosse vero che è sotto processo la Prencipe deve dimettersi?". Il coordinatore cittadino di Manfredonia, Vincenzo D'Onofrio, dice che la notizia gli è sconosciuta e poi di colpo dice che bisogna aspettare che si pronunci il collegio di garanzia perchè c'è un ricorso. Ma in realtà non c'è nessun ricorso in esame al collegio di garanzia. Insomma un partito in preda ad una totale confusione e che si arrampica sugli specchi. 

A parlare chiaro è invece il consigliere Matteo Ognissanti che dichiara al Tribuno.com che la Prencipe deve dimettersi da assessore. Ognissanti, va precisato, fa parte della minoranza sconfitta al congresso cittadino proprio dalla componente della Prencipe che si è impadronita del partito "spazzando via" (così hanno dichiarato) la vecchia guardia dell'Idv, rappresentata da Pino delle Noci. A Manfredonia infatti l'Idv è spaccato in due e pochi giorni fa venti iscritti hanno restituito le tessere con lettera ad Antonio Di Pietro. Su 180 iscritti nel 2010, dice Ognissanti, saranno molti meno a rifare la tessera. A meno che qualcuno non ricorra ai morti. 

A parlare altrettanto chiaro è il consigliere regionale, Aurelio Gianfreda, il quale, da noi avvertito della situazione processuale della Prencipe, ci garantisce che al prossimo direttivo regionale chiederà spiegazioni sul caso dell'assessore di Manfredonia e se per caso esistono altri esponenti dell'Idv in Puglia nella stessa situazione della Prencipe. "Sono entrato in questo partito solo in occasione delle elezioni regionali e voglio capire dove sono capitato", ci dice Gianfreda, "voglio capire se il valore della legalità è solo affermato o anche praticato e porrò la domanda sul perchè la Prencipe fa l'assessore nonostante sia sotto processo anche all'esecutivo nazionale del 14 e 15 gennaio". Poi però Gianfreda viene colto da dubbi e, resosi conto di aver dichiarato qualcosa che può nuocergli, ci chiede di non pubblicare queste ultime dichiarazioni. Il che vuol dire che in realtà ha già capito in che partito è capitato. 

Per quanto riguarda le informazioni sul caso Prencipe, Gianfreda può chiedere tranquillamente al suo capogruppo regionale Orazio Schiavone. Il noto dentista foggiano, ormai padrone del partito in Puglia, è al corrente del rinvio a giudizio della Prencipe dal settembre del 2009. Fu lui infatti, all'epoca coordinatore provinciale, ad avvertire l'allora leader Idv di Manfredonia, Delle Noci, che la Prencipe non era assolutamente candidabile in comune nel marzo del 2010. Delle Noci avvertì a sua volta l'allora coordinatore regionale Pierfelice Zazzera, il quale, rivela, Delle Noci al Tribuno.com, "mi ha costretto a candidare lo stesso la Prencipe, perchè non si possono buttare alle ortiche mille voti", avrebbe motivato.  

Un argomento che poi ha convinto anche l'inizialmente intransigente Schiavone schieratosi subito a favore della decisione di Zazzera. A Manfredonia Schiavone alle ultime regionali ha raccolto quasi 600 voti, un discreto gruzzoletto di voti. A fare campagna elettorale per lui è stata proprio la Prencipe, ovvero la stessa esponente che fino a poche settimane prima, secondo lo stesso Schiavone, creava problemi al partito per via della sua situazione processuale. Ma naturalmente che la Prencipe abbia fatto campagna elettorale per il capo del partito in Puglia e che sia ancora assessore nonostante un processo per ricettazione a carico, ecco, questi due fatti non sono assolutamente collegati fra loro se non per una mera successione temporale. 


 



















Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
mattia lonigro 2011-01-20 14:40:45

è falso che de Magistris abbia scritto il codice etico dell'Idv. Era preesistente. Non è colpa mia se è presente un elenco di reati in base ai quali bisogna dimettersi se rinviati a giudizio. Che cosa volete bresciani anonimi berlusconiani di merda?

tesserato IDV di Brescia 2011-01-20 09:36:27

Caro lonigro tu stai dicendo che De Magistris non si deve dimettere perchè il codice etico del partito, scritto da lui, non prevede (guarda caso) come causa di dimissioni , il rinvio a giudizio per omissione di atti d'ufficio, che è proprio il suo caso!!! E queste sarebbero le persone che pongono "questioni morali"?
Svegliati ragazzo! Piantala di sparare stupidaggini che la gente non è così stupida come credete.

Brescia 2011-01-19 00:12:46

Senti lonigro,
io non ti ho dato dell'imbecille e tu non ti permetti di darlo a me. Non ci sono rinvii a giudizio di serie A o B.
Abbiamo sempre criticato le leggi ad personam ed ora apprendo da te che esisterebbero i rinvii a giudizio ad personam? Ma per favore, quando il potere supera la dignità si dovrebbe avere l'accortezza di lasciare ma evidentemente la tentazione di salire sul carro vincente è troppo forte.
Se De Magistris e compagnia (tu incluso) si sente di stare in un partito di cui vergognarsi allora sarebbe opportuno cambiare partito a meno che tu e compagnia, visto il modo gentile di relazionarsi con chi non la pensa come voi, facciate fatica a trovare che vi tenga in conto da un'altra parte!

mattia lonigro 2011-01-16 18:11:56

l'imbecille anonimo bresciano dimentica che nel codice etico dell'idv c'è un elenco dei reati per i quali in base ad un rinvio a giudizio bisogna dimettersi e tra questi non c'è quello di omissione d'atti d'ufficio, quello che avrebbe commesso De magistris. Personalmente credo che lui dovrebbe dimettersi dal partito ma non perchè è stato rinviato a giudizio, bensì solo perchè sta in un partito del quale deve vergognarsi.

Brescia 2011-01-16 01:28:13

Nel titolo di questo articolo si dice: NONOSTANTE IL CODICE ETICO DELL'IDV IMPONGA CHE UN RINVIATO A GIUDIZIO SI DIMETTA DAL PARTITO.

Perchè chiedete le dimissioni di questa persona e non le chiedete anche per De Magistris? Anche lui è stato rinviato a giudizio.
Guardate la pagliuzza nell'occhio degli altri e non vedete la trave che avete nel vostro? Che figura......

tesserato IDV di Brescia 2011-01-16 01:23:03

Allora la coerenza non è il vostro forte?
Non trovo l'articolo che critica De Magistris per non essersi dimesso visto il suo rinvio a giudizio?
Ma poi non avete nemmeno la furbizia di evitare questi controsensi..........
Facciamo così: prima si dimette De Magistris che ha scritto il codice etico, giusto per coerenza e poi chiediamo le dimissioni di tutti gli altri.
Siamo veramente alle comiche.......... vi state arrampicando sugli specchi!

Paolo Mantelli (Brescia) 2011-01-15 00:38:16

Scusate, ma se parliamo di codice etico anche De Magistris è stato rinviato a giudizio eppure non si è dimesso. La legge è uguale per tutti oppure questo Tribuno sta diventando una fabbrica di notizie tendenziose in stile Emilio Fede?

Mirco Marchetti 2011-01-13 01:27:17

@Italia mia: Definiamo meglio il termine "dipietristi"

Travaglio si occupa, anche, del Presidente del Consiglio. Ed anche lui, spesso, se ne preoccupa.

italia mia 2011-01-12 19:23:22

gli argomenti dei dipietristi contro questo sito:

1) si occupa solo di di pietro (bella scoperta!!! E travaglio non si occupa solo di Berlusconi? e berlusconi non lo accusa di avere l'ossessione per lui? Strana coincidenza di argomenti, l'ennesima tra i dipietristi e berlusconi)
2) è finanziato da qualcuno. (Perchè per andare contro di pietro uno può solo essere un corrotto, una spia, un ascaro. Questa è la bella concezione della libertà di stampa che hanno i volgarissimi militanti dipietristi.)

Anche in questo caso c'è una strana coincidenza: quando criticavi la Dc ti dicevano che eri pagato da Mosca. Ecco chi sta uccidendo la democrazia in questo paese. Berlusconi certo, ma in compagnia di Di Pietro e dei dipietristi, che sono peggio di lui.

mattia lonigro 2011-01-12 16:20:40

questo elefante ha qualche problema serio. se tutti i militanti idv sono così sta apposto di pietro. Allora: io intanto non faccio il giornalista quindi non devo fare niente di quello che mi dici e la mia parte è molto chiara, sto col centrosinistra ma non sto con Di pietro. Per questo mi piace questo sito. A voi non piace perchè non siete di centrosinistra perchè siete dipietristi, quindi siete nemici del centrosinistra e da sempre salvate Berlusconi, come ha ricordato Curzio Maltese. Il reato della Prencipe? Nell'articolo è detto chiarissimamente, forse hai problemi di dislessia: ricettazione. Che vai cercando? C'è stata una soffiata? Forse, il problema è che i carabinieri i reperti li hanno trovati davvero in casa della Prencipe. Non ha importanza come uno viene a sapere che è stato comesso un reato, l'importante è sapere se è stato commesso o no il reato. E un gip pensa che possa essere stato commesso visto che ha rinviato a giudizio la Prencipe. Quale codice prevede le dimissioni in caso di processo? Il codice etico del'Idv all'articolo 2. Rileggitelo, elefante.

michele prencipe 2011-01-12 14:51:23

Elefante, leggiti il codice etico del partito e fatti dare una copia del rinvio a giudizio dall'interessata

Biagio Elefante 2011-01-12 11:18:50

Lonigro, ma sai almeno qual'è il reato ipotizzato a carico della Prencipe?
Prima di dire stupidaggini informati e dfocumentati!
Non sei nemmeno capace di comprendere quello che ho scritto. Non ho accusato i carabinieri, ma chi eventualmente può aver fatto una mirata soffiata; sempre, a vedersi, che rato sussista, e quale non lo sai nemmeno tu che pretendi le dinmissioni.
Poi facci sapere qual'è il codice che prevede le dimissioni quando si è sotto processo(ma per quale reato?)
E cerca di occuparti un pò dei condannati del centrodestra......piuttosto che di una denunciata su mille dell'IDV; che si capisce bene da che parte stai.....

mattia lonigro 2011-01-11 14:17:16

basta leggere le stupidaggini che scrive questo Elefante per capire in che stato comatoso versa l'idv. In pratica accusa i carabinieri di complotto e ha già assolto la collega di partito!!! Non c'è stata alcuna condanna? Ma il codice dice che basta essere sotto processo per doversi dimettere. Lo sa l'Elefante? L'idv fa pulizia da solo? Pare proprio di no, caro Elefante! Scendi dall'albero dai! Un elefante sull'albero è pericoloso.

enrico della gatta 2011-01-11 12:05:43

E il Presidente Di Pietro, difensore della legalità e dello Statuto con i Valori, insieme ai suoi Garanti dove sta?

Biagio Elefante 2011-01-11 10:55:27

1)Naturalmente vi occupate solo dell'IDV, e dei reati per modo di dire e per sentito dire, e senza mai avere e dare uno straccio di documento. I reati di mafia di Berlusconi e Dell'Utri non vi interessano.
2)Dite equivocamente di materiale rubato. Ma a chi?
Rinvenire casualmente, magari in un proprio fondo, e detenere provvissoriamente non significa aver rubato o essere complici consapevoli di un ladro.
3)Come al solito non date la parola agli accusati.
4)Non c 'è stata alcuna condanna
5)Come hanno fatto a perquisire proprio quando in casa della Prencipe si trovava quelo scatolo? Somiglia tanto alla vicenda dell'arma casualmente irregolare trovata in casa del giudice De Benedictis, insieme a centinaia di altre regolari, proprio il giorno prima che la riportasse in armeria; e pochi giorni prima che doveva sentenziare sula restituzione di Punta Perotti.
5)E' evidente che non avete altro da fare, e che se lo fate è perchè potete camparci.E non sono certo i di volta in v olta dissidenti interni a IDV a finanziarvi.
6)SIAMO L'UNICO PARTITO CHE DIBATTE LIBERAMENTE DI QUESTE COSE, E SI FA PULIZIA DA SOLO,come stiamo facendo.

che guevara 2011-01-11 10:32:51

credo che Il reato in questione sia quello relativo alla L 1089 del 1939.
Basta varcare i confini per essere in regola
in Italia credo sia almeno un buon 30% della popolazione a rischio di denuncia per lo stesso reato e spesso si usa questa legge per mettere nei guai persone che hanno il solo difetto di amare l'arte e la storia.
basta portarsi a casa un coccio per essere accusati di furto o ricettazione. Nulla a che vedere con le tangenti, la corruzione, l'evasione fiscale, lo sfruttamento della prostituzione, il concorso esterno in associazione mafiosa ecc...

Michele Prencipe 2011-01-11 07:34:11

Caro Gianfreda, il nome Donato Troiano non ti dice niente? Chiedi ad Orazio Schiavone....

http://www.ildiariomontanaro.it/notizie/politica/65-politica/4309-e-alla-presentazione-di-schiavone-spunta-donato-troiano

Bisio 2011-01-10 23:14:51

Tanto ormai queste cose sono finite visto che si dice zazzera passa in FUTURO & LIBERTÀ

Marco busacca 2011-01-10 21:22:40

Sempre meglio.... Ora voglio vedere se il responsabile ufficio uno On. Rota e il grande capo On. Di Pietro la sospendono dal partito?
Spero che non si usi un metro e due misure come ormai axxiene da tempo in questo partito?

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j