Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
27 Gennaio 2011
FUGA DI MASSA DALL'IDV DI BENEVENTO. ESCONO CINQUE CONSIGLIERI COMUNALI, DUE ASSESSORI E UN VICESINDACO.
IL PARTITO DI FATTO A BENEVENTO NON ESISTE PIU'. E' L'ENNESIMO FALLIMENTO POLITICO DI NELLO FORMISANO. PECCATO SOLO CHE NON CE NE SIANO ALMENO UNA DECINA COME LUI, NEL GIRO DI UN ANNO, IL BASSOLINO DI TONINO, RIDURREBBE AI MINIMI TERMINI L'IDV, LIBERANDOCI DI QUESTA AUTENTICA JATTURA DEL CENTROSINISTRA.
Il fallimento politico dell'ex pm e del suo gerarchetto campano è ormai chiaro. Nella patria di Mastella, il coordinatore regionale, dopo aver fatto shopping negli altri partiti promettendo mastellianamente mari e monti, comincia a raccogliere i frutti della sua malapolitica. "Al partito dei cosiddetti valori interessano solo le poltrone", dicono in coro i fuoriusciti, "qui da noi ad esempio", aggiungono, "l'assessore Pacifico ha fatto avere al coordinatore provinciale dell'Idv, Francesco Zoino, un incarico da 20.000 euro".
Fuga di massa dall'Idv di Benevento e provincia. Il partito di Di Pietro nell'antica "Maleventum" è di fatto azzerato. L'intera rappresentanza dipietrista in consiglio comunale ha abbandonato il partito seguendo a ruota l'assessore Giovanni D'Aronzo che ha già sbattuto la porta qualche giorno fa. Ad uscire sono stati Luigi De Nigris, Vincenzo Iele e Antonio Feleppa. Tutti e tre provenivano dai Ds e avevano optato per Di Pietro in cerca di un partito più democratico e vivibile del Pd, un partito in grado di essere più vicino alle esigenze del territorio senza scontri tra consorterie. 

"Invece" dice Antonio Feleppa, "abbiamo trovato un partito che è esattamente il contrario di quello che pensavamo. Un organismo senza un'anima, che non si riunisce mai, che non discute e che è totalmente sordo alle esigenze del territorio. Io", prosegue Feleppa, "un anno fa ho contestato Di Pietro quando è venuto a Benevento, gli ho esposto le nostre ragioni ma lui è rimasto totalmente sordo. E in un anno non è cambiato nulla. L'unica cosa che davvero interessa l'Idv", conclude l'ex dipietrista, "sono le poltrone, soprattutto al suo vero padrone a Benevento, Nunzio Pacifico, uomo di Formisano, ora assessore provinciale alle politiche giovanili". Il progetto dei tre è di formare una lista civica, "Innovazione e legalità", che alle prossime elezioni comunali dell'8 maggio appoggerà come candidato sindaco Carmine Nardone, ex Ds ed ex presidente della Provincia. 

Stesso identico discorso arriva da Apice, paese della provincia beneventana. Lì sono usciti i consiglieri comunali Angelo Maria Cammarano e Antonio Centrella, il vicesindaco Ivan Zullo, e l'assessore Pietro Antonio Carbone. "Milito nell'Idv da 12 anni", sbotta Cammarano, "e non ne potevo più. Non potevo sopportare più questo scempio di regole e legalità. Pensi che cosa è successo a me: in occasione dell'ultimo congresso provinciale del giugno 2010 volevo presentare una mia mozione alternativa a quella dell'uomo di Formisano, Francesco Zoino. Potevamo contare sulla forza di 600 tesserati. Ad un certo piunto ci siamo accorti che il commissaario uscente del partito, Pacifico, aveva raccolto 1000 tessere in appoggio a Zoino facendole pagare solo 7 euro, ovvero la sola quota regionale, mentre noi le tessere le facevamo pagare regolarmente 20 euro, il costo effettivo. E' ovvio che così si fanno più tessere. A loro piace vincere facile? E' ammissibile una lotta politica con questi metodi? Siamo arrivati al punto di fare tessere come fossimo ai saldi di fine stagione? 

Poi Formisano mi avvicina e per evitare scontri politici che avrebbero lacerato il partito, mi chiede di ritirare la mozione. In cambio mi offre la vicepresidenza del direttivo provinciale. Accetto l'offerta e ritiro la mozione. Una volta celebrato il congresso ed eletto Zoino, non solo il direttivo non si riunisce per sei mesi, nonostante continue sollecitazioni, ma quando si riunisce, lo scorso dicembre mi sento dire da Zoino che lo statuto non prevede la carica di vicepresidente! Non basta: dai giornali veniamo a sapere che Francesco Zoino, appena eletto coordinatore, ha avuto un incarico di consulenza dall'assessore provinciale dell'Idv, Pacifico da 20.000 euro! E questo sarebbe il partito che lotta contro la casta e i privilegi? 

Pacifico guadagna come assessore 3000 euro al mese! E' diventato assessore nonostante abbia preso solo 300 voti, non venendo eletto e costringendo il consigliere provinciale Augusto Simeone, che di voti ne ha presi a migliaia, dapprima a dimettersi da consigliere per farlo nominare assessore, poi a fargli ritirare le deleghe dal presidente la cui giunta minacciava di continuo di mettere in crisi, e una volta ritirate, di diventare egli stesso assessore! Per una persona per bene è impossibile resistere in un partito così"  




 

















Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Antonio de luca 2015-12-31 19:48:29

PACIFICO é UNA MERDACCIA SI DOVREBBE VERGOGNARE

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j