Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
Alberico Giostra 23 Dicembre 2010
"NON SIAMO SPECCHIETTI PER LE ALLODOLE". INTERVISTA A SONIA ALFANO. "SE USCIAMO IL PARTITO PERDE UNA BELLA FETTA DI VOTI"
"SE QUALCUNO CREDE CHE STIAMO NEL PARTITO SOLO PER ORGANIZZARE EVENTI SI SBAGLIA. DI PIETRO CI HA CHIESTO DI CAMBIARE L'IDV E QUELLO VOGLIAMO FARE". COSI' L'EUROPARLAMENTARE SICILIANA RISPONDE AL DURO ATTACCO DI BELISARIO E DONADI CHE PARAGONANO LEI E DE MAGISTRIS AI "TRADITORI", RAZZI E SCILIPOTI.
Come accade ogni volta che De Magistris e la Alfano si permettono di avanzare critiche, il servizio d'ordine di Tonino, Belisario e Donadi, indossa le divise antisommossa e sfodera i manganelli. Ma stavolta anche Di Pietro è velenoso con loro e lancia una pesante allusione al fatto che con la lettera scritta insieme a Giulio Cavalli, i due europarlamentari vogliano danneggiare il partito. E' la dura legge interna di un partito personale e autoritario dove, come accade in ogni regime, esprimere critiche viene considerato un complotto e un attentato all'interesse "nazionale". Ma ormai Alfano e De Magistris si sono resi conto di essere stati "usati" dall'ex pm per aprirsi una strada a sinistra e verso la "società civile", facendogli credere di voler cambiare pelle al partito per poi lasciare intatto il potere in mano alla casta interna dei suoi colonnelli.
Come commenti la reazione di Di Pietro, Belisario e Donadi alla vostra lettera? 
Sinceramente non mi va di commentare quelle parole. In questo momento vogliamo riflettere ma credo che non solo noi dobbiamo riflettere nel partito. 
Perchè avete scritto con De Magistris e Cavalli quella lettera?   
Non potevamo più tacere di fronte a quello che vediamo girando l'Italia. Ci accusano di non conoscere il partito ma basta vedere la nostra agenda, gli incontri che abbiamo in tutto il paese per capire che noi abbiamo un contatto continuo con i militanti. Ma la lettera l'abbiamo scritta anche perchè eravamo stanchi di sentirci dire quello che ci hanno detto anche in questa occasione e cioè che quando si tratta di affrontare questi problemi nel partito, taciamo. Non è vero. Io e Luigi siamo da sempre bersaglio di ogni tipo di critiche nelle riunioni dell'esecutivo. E voi del Tribuno.com lo sapete perchè lo avete scritto. 
Belisario e Donadi sono stati molto espliciti, in sostanza hanno detto il partito è questo, se non vi sta bene andatevene. 
Noi tre siamo in Idv per portare a termine un progetto, quello di cambiare il partito. Di Pietro quando ci ha offerto la candidatura ci ha prospettato questa operazione di pulizia per far crescere la credibilità di Idv. Per me un partito deve servire al paese e in questa ottica dobbiamo lavorare per incontrare quelli che ancora non ci votano. Ma sia chiaro che non siamo specchietti per le allodole. Nessuno nel partito può pensare di limitare il nostro ruolo a quello di chi organizza eventi sfruttando la nostra immagine. Alle europee del 2009 abbiamo portato il 4% e Di Pietro quando ne parliamo ce lo riconosce apertamente. Nel partito non godiamo di alcun tipo di privilegio. Io e Luigi per la campagna elettorale siamo stati rimborsati con 70.000 euro, quando Leoluca Orlando che ha portato un quinto dei nostri voti ha avuto dal partito 180.000 euro. Io come europarlamentare guadagno 6000 euro al mese, Orlando 23.000 e versa al partito 1500 euro al mese come me, con la differenza che io mi pago un ufficio a Palermo mentre se qualcuno chiama la segreteria regionale dell'Idv a Palermo si sente rispondere che è la segreteria del professor Orlando. Noi non utilizziamo in alcun modo le strutture del partito come altri fanno. In compenso ogni volta che ci permettiamo di dire che qualcosa non va veniamo accusati di danneggiare il partito. Per quanto riguarda l'andarsene dal partito per me non c'è problema, io un lavoro ce l'ho e mi basta per vivere dignitosamente, ma nel partito c'è molta gente, troppa, che invece vive grazie alla politica. 
Nel partito c'è anche chi sostiene che Domenico Scilipoti se ne sia andato solo perchè aveva paura che tu saresti stata candidata al suo posto in Sicilia. 
E' una sciocchezza. Scilipoti semmai se ne è andato per altri motivi. Io sono amica della famiglia di Adolfo Parmaliana, il medico di Terme Vigliatore che si è suicidato per le calunnie subite. E' da loro che ho avuto i documenti sullo scioglimento per infiltrazioni mafiose dell'amministrazione della cittadina siciliana di cui Scilipoti era assessore. Nella relazione della Prefettura c'era scritto chiaramente che Scilipoti era vicino ad alcune cosche della 'ndrangheta. 
E adesso che vi aspettate? 
Noi ci auguriamo che si apra un tavolo per discutere delle questioni che abbiamo sollevato. Non commentiamo per ora le parole di chi non vuole prendere atto della situazione che si è creata. Io credo che Di Pietro sia in difficoltà, non si aspettava di venirsi a trovare in questa congiuntura così critica. Ma noi rappresentiamo una bella fetta del partito, non quella presente nel "palazzo", bensì quella presente nella base e rileggendo le reazioni dei militanti alla nostra lettera mi convinco sempre di più che abbiamo fatto bene a scriverla. 


QUESTA LA RISPOSTA DI BELISARIO, DONADI E ORLANDO ALLA LETTERA DI ALFANO, DE MAGISTRIS E CAVALLI: 

"L’Idv è un partito giovane che, a differenza di tutti gli altri, non ha ereditato la propria classe dirigente da precedenti formazioni politiche, ma sta costruendo a fatica, e con qualche inevitabile passo falso, una propria classe dirigente nata dalla militanza, dall’impegno, dalla passione e anche da precedenti esperienze politiche, valutate con molta attenzione. Per questo, parlare di una questione morale all’interno dell’Idv, come fanno oggi Sonia Alfano e Luigi De Magistris, è qualcosa di così offensivo e abissalmente distante dalla realtà del partito che può avere solo due spiegazioni. Un attacco così violento ed incomprensibile può essere solo il frutto di una ingiustificabile mancanza di conoscenza della reale natura e della qualità di questo partito, dei dirigenti e dei quadri locali, oppure è il primo passo di chi immagina il proprio futuro politico al di fuori di Italia dei Valori. Se così fosse, Alfano e De Magistris, tradirebbero il mandato degli elettori non molto diversamente da Razzi e Scilipoti".







 










Alberico Giostra

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
Anna R. G. Rivelli 2010-12-30 17:10:43

:-) ok, Barbe'... vada per il cervello nuovo!

Massimo Barberio 2010-12-30 01:56:47

Trovo assolutamente squallido scherzare su certi argomenti, per cui vorrei pregare Anna Rivelli di portare in dono un bel cervello nuovo e funzionante a chi le dà della befana, (magari una notte di queste possibilmente prima del 10 gennaio) :))))

Rivè se la befana fosse bella come te io me ne andrei volando di notte su una paletta come questa:
http://www.ompi.com/public/articoli/zoom/1654_PALETTA.CON%20MANICO.jpg

Alfredo Maddaloni 2010-12-28 14:34:22

Non mi piace la moralità degli ultimi arrivati, specie se si tratta di personaggi come Alfano-baciamo-le-mani e De Magistris-indagato: DA CHE PULPITO VIENE LA PREDICA? Ci vuole rispetto per chi un partito l'ha fondato e fatto crescere mettendoci da sempre la faccia; poi di errori ne fanno tutti e se si hanno idee migliori vanno proposte in faccia, non svendute ai giornali.
Non mi piace nemmeno la polemica di chi stava nell'Idv e poi è uscito perché non è stato capace di fare nulla: è troppo comodo dare la colpa ad una gestione padronale dei big, io vedo che chi ha qualcosa da dare al movimento ha fatto strada comunque; chi invece oggi dice le cose peggiori sul partito mi ricorda la volpe che sputa sull'uva acerba solo perché è troppo in alto. VERO GIOSTRA, RIVELLI E COMPANY?
La verità incontestabile è che, volenti o nolenti, l'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro è l'unica forza realmente alternativa al berlusconismo. Se poi votate Silvio, è un altro discorso e buon pro vi faccia.

Riccardo dall'Alberghi 2010-12-27 16:52:47

Io credo, come militante e attivista dell'IDV, che la Signorina Alfano e De Magistris, dovrebbero avere un po più di rispetto pre tutti coloro che credono nel partito, offrendo il proprio tempo per la attività oscura, è facile andare in televisione a dire questa legge non ci stà bene propongo un referendum per abrogarla. La sigorina ignora chi stà ai banchini, col freddo o con il caldo, mettendo a disposizione il proprio tempo libero rubandolo al lavoroe alla famiglia. Migliaia di attivisti che come me hanno prmesso l'elezione di Scillipoti come la sua, Attacando manifesti, andando ai mercati a fare volantinaggio e il porta a porta. Cara signorina, siamo noi che Troviamo le sedi del partito, spesso, anzi quasi sempre provvediamo di tasca nostra a pagarne affitto e utenze e se è pur vero che avete preso tanti voti li avete presi anche grazie al nostro LAVORO. Questo sarebbe bene che in ogni intervista lo ricordaste e non ve lo dimenticassete mai. Siete irritati per i casi di tradimento e figeratevi noi come siamo INCAZZATI, visto che abbiamo portato l'acqua a dei Venduti indegni, Voi avete la possibilità di parlare sui giornali, spesso a sproposito, noi non ci ascolta nessuno. Sono concorde sul fatto che tutti coloro che rivestono incarichi elettivi importanti sono rinchiusi nei palazzi e non ascoltano quello che succede sul territorio. Questo però vale anche per Lei e De Magistris, invece di salire sul pulpito di qualche Palasport ad arringare, non fate un bel giro delle sezioni nel territorio e magari mentre si distribuiscono i volantini al mercato, si parla anche dei problemi del partito, così si unisce l'utile al dilettevole? L'unico che ho personalmente visto fare volantinaggio oltre a Di Pietro è il Suo attuale collega Niccolò Rinaldi che in campagna elettorale venne con me al mercato.Un pò pochino però, noi la maggioranza silensiosa vogliamo delle tigri in parlamento non dei signorotti assetati di posticini dove tenere il proprio fondoschiena al caldo. MERTIAMO DI PIU?

Marco Busacca 2010-12-26 16:52:41

Spezzone video ripreso dal TG LA7 Questione Morale IDV
http://www.youtube.com/watch?v=Kn5DKYfPbjk
http://marcobusaccaidv.altervista.org/index.html

PerLolli da Tommaso 2010-12-26 16:42:51

Lolli,ti sembra giusto che il patrimonio finanziario del partito sia gestito solo da Di Pietro, come fosse un impresario? Se non lo avessi ancora capito Di Pietro si é fatto eleggere in un congresso truccato e per la prima volta, dato in precedenza non ha mai organizzato neppure false elezioni.

E non lo dico io, l'accenna chiaramente un articolo di un periodico che notoriamente non é berlusconizzato, MIcromega.

Tieni, fatti una cultura, poi facci sapere se hai cambiato opinione:

http://temi.repubblica.it/micromega-online/idv-e-questione-morale-flores-darcais-di-pietro-porta-l%e2%80%99idv-al-suicidio/

Carta canta! Ciao ciao

Marco Busacca 2010-12-26 16:08:49

Che palle Che sei (Latuazzanzara) contestate, criticate e non avete il coraggio di firmare ciò che pensate e poi pretendete coerenza dagli altri...........cominciate voi ad avere coerenza, essere coerenti almeno firmando ciò che scrivete.

Lolli Carmen 2010-12-26 15:18:16

Seconda parte: Dice ancora, la motivazione, che “non ci sono elementi a sostegno della prospettazione accusatoria, con riferimento ai reati configurabili, risultando del tutto ininfluente l'asserita distinzione di soggetti giuridici”. Cioè non c'è un'influenza di soggetti giuridici diversi, associazione e partito. E ancora: “Quanto alla asserita irregolarità nella gestione dei rimborsi elettorali, con adombrata illecita destinazione a fini personali, la gestione delle somme elargite dagli organi parlamentari risulta corretta e rispettosa delle prescrizioni di legge, non emergendo che i rendiconti presentati alla Camera siano stati oggetto di osservazione e tanto nonostante il controllo dei revisori all'uopo previsto. [...] Per queste ragioni archivio il procedimento. Carta canta."

Lolli Carmen 2010-12-26 15:17:10

Prima parte: "Da qualche parte si parla della questione morale ed etica all'interno dell'Italia dei Valori. Voglio rassicurare tutti sul fatto che c'è un impegno preciso del partito per una militanza trasparente del quale parleremo in un esecutivo nazionale a Gennaio.
Posso invece garantire sulla correttezza dei dirigenti del partito rispetto al passato e per oggi. Lo faccio alla maniera mia più consona: pubblicando gli atti ufficiali, in modo che tutti possano leggere e diffondere. In questo caso si tratta della richiesta di archiviazione del Giudice per le Indagini Preliminari di Roma per il procedimento penale instaurato nei nostri confronti dal duo Veltri e Occhetto e dal loro difensore Paola...
Oggi vi voglio parlare del partito Italia dei Valori. Lo faccio con tutta pacatezza perché, come si dice dalle mie parti, carta canta. Sulla questione morale, non v'è dubbio che un partito che nasce dal nulla – ho sempre detto come fiore spontaneo di campo – ogni tanto si trova costretto a vedere nel proprio campo qualche erbaccia cattiva. Il compito nostro è di rimuovere le erbacce e di far crescere l'erba buona. Per farlo ci vuole tempo, perseveranza, costanza, umiltà, determinazione, partecipazione. La critica soltanto, senza apporto costruttivo, è critica fine a se stessa. Epperó, insisto, non è che chi critica ha sempre ragione. Ha volte chi critica è interessato a prendere lui stesso il posto di chi viene criticato. Voglio tranquillizzare tutti sul fatto che, piano piano, l'acqua sta diventando pulita, e più l'acqua diventa pulita e limpida, più dobbiamo essere orgogliosi dell'Italia dei Valori. Alcune delle grandi accuse che ci sono state fatte in questi anni, le hanno mosse soprattutto da Occhetto e Veltri. Una delle accuse che queste persone hanno cercato di portare avanti negli anni è che esisterebbero due realtà: associazione e partito, e che i fondi a nome del partito se li sarebbe presi un'associazione personale, gestita da me, mia moglie e la tesoriera del partito stesso. Oggi il gip di Roma, pronunciandosi definitivamente, per la quarta volta dice: “L'opposizione proposta da Elio Veltri e Occhetto è inammissibile, in quanto non rivestono la qualifica di parte lesa”. Loro, cioè, si sono sempre lamentati di essere stati lesi in qualche diritto. Il giudice dice che non sono manco parte lesa, quindi non hanno diritto ad alcunché.

latuazanzara 2010-12-26 13:48:56

Gentile Deputato Sonia ALFANO, è parecchio tempo che le pongo una domanda, ma che ancora non ha ricevuto risposta.
Ha attaccato SCILIPOTI dicendo che è legato alla ndrangheta, io credo che lei lo conosce bene e conosce tutto della sua famiglia di gente umile rispettosa e semplice. Lei sta seguendo cosa succede nel partito IDV dove lei è stata eletta o no? penso che Salvatore Borsellino ha reso chiaro di chi sia il partito. Esattamente quello che Scilipoti ha cercato di fare ma doveva solo stare zitto e obbedire. Ha avuto coraggio e opportunismo, HA FATTO BENE. Mi spieghi una cosa, PERCHè Lo AVETE ATTACCATO SUBITO DOPO IL VOTO? Del resto vi ha dato una grande chance, ora lo potete fare fuori politicamente e prendere in mano il partito. Mi spieghi una cosa, lei come mai ha baciato TOTò Cuffaro così appassionatamente nel 2007 e poi nel 2008 è entrata nel consiglio regionale e poi…e poi … si guardi questo video su youtube http://www.youtube.com/watch?v=g0hxm-Qx0Jc e sarei molto contento di sapere quali erano i suoi rapporti con Cuffaro – Grazie

PS. Siate coerenti, uscite da IDV altrimenti ribaltate il consenso degli elettori di IDV

Marco Busacca 2010-12-26 11:26:59

Dopo la lettera firmata dai tre Moschetieri, dopo l'intervista non intervista, dopo la notizia data dall'unico telegiornale Nazionale LA7, dopo la presa di posizione del'On. Di Pietro , ora mi aspetto che i tre moschettieri replichino al video messaggio del presidente con un bel VAF......, perchè quando ci vuole ci vuole.

Anna R. G. Rivelli 2010-12-26 10:52:40

Non trovo nulla di più scorretto che sparare a zero e non firmarsi col proprio nome e cognome; non avere il coraggio delle proprie idee è già un segno di grossa debolezza o di scarsa affidabilità.

PS
Donato, grazie della solidarietà, ma non faccio mai caso a chi conosce l'insulto come unico argomento di discussione. E poi, magari fossi la Befana... le cose andrebbero meglio! Auguri

Renato Cuccitrelli 2010-12-26 10:51:16

Mi sono fatto un quadro abbastanza chiaro. I tre che sollevano la questione morale, consapevoli che la vera questione morale in IdV è l'ex pm di Catanzaro, hanno messo in atto una vile strategia: vomitare addosso agli altri, quelli che lavorano alacremente e lealmente per il Partito, per coprire la incoerenza e la loro indole traditrice, che nasconde ambizioni non dissimili da quelle che coltiva B, oltre che per ritagliassi uno spazio e un ruolo tra i dissidenti, ruolo che nelnpartito non sono stati capaci di costruirai. Una malattia questo protagonismo. Non hanno la SA e LDM il livello politico-culturale adeguato per farsi strada da soli e quindi utilizzano, alimentandolo, il dissenso di coloro che non sono riusciti ad affermare un proprio ruolo in IdV per crearsinuna forza. Spero che SA e LDM abbiano, tuttibe due messi insieme, il 10% del fiuto politico di Antonio Di Pietro e il 10% della cultura di Leoluca Orlando. Purtroppo non ce l'hanno. Ecco perché ricorrono a questi espedienti. È fisiologico che in un partito che cresce così come sta crescendo IdV ci siano i vari Scilipoti e razzi, sia a livello nazionale che territoriale. Se così non fosse non sarebbe un partito vero. Io valorizzerei ed esalterei gli elementi positivi e i pregi i IdV e di Antonio di Pietro oltre che di tutti coloro che dal livello centrale a quelli periferici ogni giorno danno l'anima per il partito e per farlo crescere e radicare sempre più. Peccato che ci siano personaggi irresponsabili, che sono diventati qualcuno grazie a tutti coloro che ogni giorno si spendono e si sono spesi per IdV, che lavorano, per proprio tornaconto, a distruggere quello che le formichine di IdV fanno giorno per giorno con enorme sacrificio, pur con deficienze ed errori. SA si è rivelata per quello che è focalizzando il suo problema: quello economico. L'invidia non la fa ragionare più. E cosa dovrebbero dire i tanti inoccupati o i tanti precari o le tante famiglie che non arrivano a fine mese? LDM va sui territori a sfasciare. Io al posto suo mi vergognerei. Il Partito è un valore. Se non si ha questa consapevolezza non si può essere credibili. Ecco dunque che prevalgono le vigliaccate e le pugnalate alle spalle. Come mai SA non ha nemmeno il simbolo del partito in cui è stata eletta sul suo sito? E come mai LDM non fa una sola iniziativa sui territori con il simbolo del partito che gli ha consentito di arrivare dove da solo non sarebbe mai arrivato? Fareste meglio a essere leali con chi vi ha dato tanto e non speculare sui tanti giovani che continuate a illudere. Se non ci state bene, andatevene. Nessuno vi costringere a condividere percorsi che no. Vi appartengono. Nessuno è legittimato a demolire per propri fini ciò che altri stanno costruendo da anni. Hanno fatto bene Donadi, Belisario e Orlando. Tutto il partito, quello vero, li condivide. Tutto il partito, quello vero, ha le scatole piene della ipocrisia e della falsità di SA e LDM.

Daniele Sassari 2010-12-26 09:33:03

Hanno ragione De Magistris, Alfano e Cavalli, la questione morale del partito è arrivata a livelli insopportabili. Razzi e Scilipoti vanno con Berlusconi? Ma lo sapete (nessuno lo sta dicendo e nemmeno il tribuno) che a Torremaggiore in provincia di Foggia l'Italia dei Valori sta in maggioranza con il PDL (cioè Berlusconi)? Secondo voi non fa parte della questione morale questo fatto? IDV è l'opposto del PDL e fanno amministrazione insieme? Se Di Pietro non dà dei paletti al partito anche sul territorio poi uno non può non dire che i 3 hanno ragione.

A proposito di Natale 2010-12-25 22:03:05

Non ci sarà nessun voto per chiunque corra sotto le insegne dell'IDV, fosse anche Gesù risorto.

AlfanoIII 2010-12-25 20:33:07

Signora Alfano, solo 6000 euro le derivano dal Suo stipendio di parlamentare? Proponga un aumento di stipendio per i parlamentari europei! :-))

Oggetto: AlfanoII 2010-12-25 20:20:07

Sì, GLI SI ORGANIZZI UNA QUESTUA, INTENDEVO DIRE, A LEI E OVVIAMENTE AL SUO AMICO DE MAGISTRIS, TUTTO PROTESO IN QUESTI GIORNI A ORGANIZZARE FINTE PROTESTE CONTRO IDV, IN MODO CHE IN CASO DI ELEZIONI I DISSIDENTI TORNINO ALL'OVILE, ALMENO FINO AL MOMENTO DEL VOTO.

NE' PIU' E NEMMENO DI QUANTO SIA STATO FATTO IN OCCASIONE DELLE EUROPEE E DELLE REGIONALI!!!

Oggetto: Alfano confermi o smentisca! 2010-12-25 20:13:50

La signora Alfano una smentita di certo dovrebbe farla, poiché se davvero dal suo mandato di parlamentare europea gli derivano solo 6000 E. mensili, come dichiara in questa intervista, cosciente o meno di farla, bisognerà che tutti insieme noi gli si organizzi una questua!

Non m'interessa quanto guadagni un parlamenteare europeo, a patto che egli tramuti il suo costo in utilità che si riverberi sui cittadini che l'hanno eletto e che ovviamente non ci faccia prendere lucciole per lanterne.

Tommaso (VA)

pina de gaetani 2010-12-25 17:18:31

Non capisco..
cosa dice di male l'on.Alfano in questa intervista, o chiaccherata con il Tribuno?
non trovo nulla di particolare..anzi..è la realtà sotto gli occhi di tutti..
francamente la difesa di Di Pietro e dei suoi colonnelli dimostra ancora una volta che idv, prima di affrontare le elezioni deve affrontare un problema di credibilità interna, al momento, con questa legge elettorale e con i nomi che si presume possano uscire dalle liste e dalle riunioni "bloccate" non esprimerò il mio voto per IDV..non si può pretendere che si voti un partito dove i valori , l'etica e la morale politicamente sono stati calpestati durante congressi provinciali e regionali, falsati, fasulli e vinti da portaborse locali...

Donato 2010-12-25 12:22:54

Signora Rivelli, non ci faccia caso, Tomasulo non a caso fa rima con faccia di ****!

Auguri di Buon Natale a tutti!

Anna R. G. Rivelli 2010-12-25 10:31:26

Tomasulo .............................................................................. (di fronte a persone (persone???) come lei non ci sono parole). Continui pure ad insultare, ho capito che nella sua vita non ha di meglio da fare. Così magari si guadagna l'obolo della simpatia del suo capo. Io non le rispondo più, non c'è sfizio ad avere a che fare con gente così.

Marco Demmini 2010-12-24 23:39:41

@Giorgio
Non facciamo i furbi, giocando le parole.
Andiamo alla sostanza delle cose.

Sonia Alfano ha dato quelle risposte a quelle domande? Sì o no?

Questo è il contenuto, questo è ciò che conta, non il giochino di parole sull'intervista che non è stata presentata come tale.
Se un giornalista fa domande, non è un'intervista?

Ma chi vuoi far fessi, Giorgio?

Piuttosto, rispondi nella sostanza.
La Alfano ha detto o no ciò che ha riportato Giostra?

Sempre Verità 2010-12-24 22:19:00

I nostri europarlamentari primeggiamo in stipendi: sono pagati dall'euro contribuente infatti i ristoranti, le auto blu con relativo autista, i cellulari, i cinema, i teatri, le autostrade, i treni e gli aerei, piscine e palestre e pure i francobolli. Tutto compreso un stipendio di un euro parlamentare italiano può arrivare a 35mila euro al mese.
Per fare un impietoso paragone, ecco l'elenco degli stipendi degli altri europarlamentari, a seconda della nazionalità:
Lituania 14.196 euro annui
Lettonia 12.900
Ungheria 9.132
Polonia 7.369
Slovenia 50.400
Cipro 48.960
Portogallo 41.387
Spagna 35.051
Lussemburgo 66.432
Francia 62.779
Finlandia 59.640
Svezia 57.000
Gran Bretagna 81.600
Belgio 72.017
Danimarca 69.264
Grecia 68.575
Austria 106.583
Olanda 86.108
Germania 84.108
Irlanda 82.065

Non siamo ancora dei perfetti cretini, seimila euro al mese?! Dai! Buone feste!!

Ciro 2010-12-24 16:48:10

http://www.soniaalfano.it/blog/2010/12/23/3981/

come mai Sonia Alfano dice di non aver mai rilasciato questa intervista?

Giorgio Tomasulo 2010-12-24 16:28:17

E ovviamente si conferma la contraddizione di questi soldatini di latta: la signora Rivelli biasima le offese, e per questo mi dice che sono senza cervello. Se una battuta su Babbo Natale - Befana è offensiva, darmi dell'idiota lo è maggiormente. Quindi per l'offesa che mi rivolge, se ne deduce che alla Rivelli manchino ragione e argomenti : donde la mancata risposta sull'invenzione di interviste. Complimenti per l'involontaria comicità, soldatina; ma la vetta comica l'ha scalata, con un certo sprezzo del pericolo, il Direttore di se stesso quando ha meschinamente usato una conversazione confidenziale per sputtanarla come intervista, se pure vogliamo dar credito alla sua miserabile arrampicata sugli specchi. Io dico, signora R. G. (Raramente Godo) e signor Giostraio, che voi siate tarlati nella zucca dal verme del fallimento: ecco perché non v'arride alcun successo.

Claudia Frau 2010-12-24 14:48:36

ALBERICO, credo purtroppo che l'unico giornalista costretto a specificare che stai facendo un'intervista sei tu. Questo perché hai osato dire la verità su IDV.

Marco Busacca 2010-12-24 10:57:11

Comunque vada Buon Natale a TUTTI belli e brutti

Un altro bacetto ???? 2010-12-24 10:31:54

http://www.youtube.com/watch?v=g0hxm-Qx0Jc

Emilio 2010-12-24 09:58:37

Forse è il momento che IDV si liberi di tutti gli ex DC PSI PPI UDC PPP CCC PLI CCD DDC e via discorrendo che hanno inghiottito un partito e sono i primi a tradirlo!

alberico giostra 2010-12-24 04:06:04

Leggo solo ora quanto dichiarato da Sonia Alfano e confermo di aver avuto un colloquio telefonico con l'eurodeputata siciliana alle 14.09 di giovedì 23 dicembre. La conversazione è durata esattamente 31 minuti e 15 secondi. Confermo dunque la veridicità e la autenticità delle affermazioni riportate, che non mi pare l'onorevole Alfano abbia smentito nel merito. Credo che l'equivoco sia nato dal fatto che non le ho detto che volevo fare un'intervista ma ritengo che quando un giornalista chiama un esponente politico e porge delle domande sia implicito che poi il giornalista pubblichi quanto si è sentito rispondere. In ogni caso la prossima volta che parlerò con Sonia Alfano, onde evitare il sospetto di voler carpire subdolamente dichiarazioni, sarò più esplicito nel precisare che si tratta di un'intervista.

Svegliaaaaaaaaaaa!!!! 2010-12-24 00:37:13

Bull Scil, in IDV su 20 coordinatori regionali ci sono 21 tesserai ex-ex-ex di qualcosa. Il ventunesimo è il loro capo.

Bull Scil 2010-12-24 00:26:35

Sono casi spiacevoli, ma su 100 persone è impossibile trovare 100 santi, qualcuno può essere abbastanza
lontano dalla santità. Succede nell’apparato umano, succede in tutta la società. Succede nei corpi che
ammiriamo. Succede tra i Carabinieri, l’86% degli italiani ama l’arma dei Carabinieri, ma abbiamo visto che ci sono Carabinieri che fanno cose indebite. Succede tra i sacerdoti, in altre categorie. Succede perché
l’uomo e la donna non sono esseri perfetti


"Gesù Cristo che era il Padre eterno ogni 12 ne cannava uno: Giuda. Io che sono un povero cristo ho
sbagliato, benedetto il Signore, non lo farò più"

Sono simmetricamente identici.... ahahahahaha

Lombardia dei VERI Valori 2010-12-24 00:17:58

Le reazioni della base alla lettere che hai scritto, Sonia, erano tutte uguali: andatevene anche voi, che per IDV è troppo tardi.

Marco Busacca 2010-12-23 23:14:42

Se fosse veramente questa la questione credo che questa volta Tonino ha un problema ed è un problema serio.
Non ho nessun motivo per non credere a ciò che la redazione de IL TRIBUNO.COM pubblica sul sito, fino a quando non è smentita pubblicamente la notizia intervista, e credo che il dott. Alberico Giostra non ha nessun interesse per inventarsi ciò che potrebbe essere smentito poco dopo.
Ho sempre sostenuto che Sonia Alfano sia stata la capofila di questo tentato rinnovamento IDV e devo dargli atto del suo coraggio.
Se tutto questo fosse vero io, sarò il primo a ritornare sui miei passi e aiutare chi ha capito la vera questione morale.
CORAGGIO UN NUOVO PERCORSO STA PER COMINCIARE.

CHI E' IL BUGIARDO? 2010-12-23 22:18:28

Alberio Giostra riporta una approfondita intervista a Sonia Alfano
Sonia Alfano smentisce di averla mai rilasciata ( http://www.soniaalfano.it/blog/2010/12/23/3981/)
Uno dei due mente spudoratamente.
Uno dei due è "da cartellino rosso".
Ma quale dei due?
Conoscendo lo scrupolo di Giostra, escludo che possa essersi inventato tutto (come avrebbe potuto indicare con tanta precisione le cifre versate dal partito dell'Italia dei Valori a Sonia Alfano per farla eleggere al Parlamento Europeo - "solo" 70.000 euro - ??? ); credo tuttavia che, a tutela della sua serietà professionale, che ho avuto modo di apprezzare in altre occasioni, sia doverosa una sua immediata risposta alla smentita di Sonia Alfano.

Tommaso (VA) 2010-12-23 21:02:35

Signora Alfano, non prendiamoci in giro: nella lettera non avete pronunciato una sillaba circa l'assurda gestione dei finanziamenti al partito: Di PIetro affiancato dall'amica e da una delle due ex mogli, pronto a decidere peggio di un despota su spese ed entrate! E comunque voi parlamentari europei guadagnate qualcosa di più di 6000 E. mensili, ma questo sarebbe il meno se il partito funzionasse o se non sottaceste certi privilegi del sig. Di Pietro!

Mirco Marchetti 2010-12-23 20:37:50

Da Sonia Alfano cito:

"In merito a quanto pubblicato sul giornale on line “Il Tribuno”, smentisco di aver mai rilasciato un’intervista al sig. Giostra. Alla domanda che il giornalista mi ha posto, rispetto al documento firmato da me, Luigi de Magistris e Giulio Cavalli, ovvero commentare le reazioni che ha suscitato in alcuni deputati dell’Idv, ho risposto testualmente di non voler commentare. Una posizione che qui ribadisco: nulla voglio aggiungere a quanto già scritto. Auspico solo che ci sia un momento di riflessione collettiva e che si colga il senso profondo di quel documento."

Anna R. G. Rivelli 2010-12-23 20:31:12

Tomasulo, le offese sono delle persone che non hanno argomenti e hanno poco cervello. Non le rispondo, quindi, nel merito, perché dubito che abbia la capacità di comprendere. Buon Natale! Anzi, buona Epifania!

Mirco Marchetti 2010-12-23 19:43:09

La politica è fatta di uomini. Alcuni hanno grandi ambizioni nutrite da sane passioni utilitaristiche, com'è giusto che sia, per poter apportare quel necessario cambiamento di cui il paese ed i cittadini hanno bisogno. Altri, invece, sono motivati da passioni egoistiche ed elitistiche, con una logica verticalmente orientata. Solo i primi passeranno alla storia dell'umanità. I secondi si accontentano di molto meno e non mancheranno mai i berlusconi di turno che con 4 soldi se li comprano. Scilipoti e Razzi dovevano essere cacciati dal partito da tempo, senza atendere la loro fuoriuscita stizzita.

Aggiungo che, io, nel mio lavoro, ho pure delle responsabilità di scelta e, nel momento in cui non valuto una persona per ciò che poi si mostra essere sul lavoro, beh ...mi vien chiesto conto di questa mia valutazione sbagliata. Ma parlo di lavoro, di progetti indirizzati al cambiamento, di passaggi di stato: mal-essere/ben-essere. Qui siamo nell'ambito della politica e dei partiti e, come diceva qualcuno, i partiti son belli perché si può parlare di tutto fuorché di politica. Ma anche perché nessuno è mai responsabile di nulla, soprattutto se si trova agli apici.

Però rivolgo queste parole a chi ancora è dentro il partito, gli altri ci osservano, ci criticano, ci deridono, ma gravitano fuori, affacciati alla finestra. Sono altro. Quindi, per quanto mi concerne, non mi riguardano. Forza Luigi, forza Sonia, la battaglia la si fa dal di dentro ed anche in maniera cruenta, ma solo dal di dentro ha un senso. Fuori ci sono persone oneste, nemici, avversari, attendisti. Ma da Scilipoti a Veltri, per quanto mi rallegri per il primo e mi rammarichi per il secondo, sono fuori e, la resistenza non si è mai fatta andando via ma, semmai, mandando via da qualcuno.

Giorgio Tomasulo 2010-12-23 18:38:39

Be' però fa ridere anche la smentita di Sonia Alfano a questa pseudointervista!!! Che figura per il Tribuno!
Rivelli, stavolta hai toppato: d'accordo non credere a Babbo Natale, ma neanche alle Befane come te! Siamo seri, questo non è giornalismo come la lettera di De Magistris e company non è politica: l'Idv può avere tanti difetti ma almeno è l'unico partito che si oppone strenuamente a Berlusconi. Lavoriamo tutti insieme, chi ha la trave e chi la pagliuzza nell'occhio, per eliminare il marcio: il nemico non è Di Pietro che di fatto ha costruito un'Italia migliore, anche solo di poco, ma il Caimano che l'ha sfasciata, e tanto!

Anna R. G. Rivelli 2010-12-23 16:25:49

La risposta di Belisario dà i brividi. Non c'è questione morale in IdV e i tre non hanno mai protestato!!! Ah ah ah... che ridere!
Riciclo il mio video di auguri, perché a babbo Natale non ci crediamo più

http://www.youtube.com/watch?v=FPFU35ljTMw

Teresa 2010-12-23 15:59:22

Alleluia!a!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!FINALMENTE

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j