Il Tribuno
Fondatore: Alberico Giostra RSS Feed
"Il nostro Presidente non vuole dei leccapiedi. Ciò che vogliamo sono uomini indipendenti e integri che, una volta che avremo preso le nostre decisioni, concorderanno con ognuna di esse". Joseph Heller, "Gold" (1979)
 
News by Dire
29 Novembre 2010
GENOVA. L'IDV FAVOREVOLE AL CAMBIO DI MAGGIORANZA ALLA PROVINCIA: FUORI LA SINISTRA, DENTRO L'UDC.
PER IL DIPIETRISTA FRANCO DE SIMONE E' PRONTA LA POLTRONA DI VICEPRESIDENTE DELL'ENTE, ATTUALMENTE RICOPERTA DA MARINA DONDERO DELLA FEDERAZIONE DELLA SINISTRA.
E così mentre a Roma Di Pietro attacca a palle incatenate Casini accusandolo di "meretricio" politico, a Genova ci si allea per far fuori quella sinistra i cui contenuti, ecologisti e persino operaisti, saccheggia a mani basse. Per farci cosa? Delle giunte insieme all'Udc.
Il presidente della Provincia di Genova, Alessandro Repetto sta cercando di cambiare la maggioranza di centrosinistra con la quale guida l'ente e che comprende Pd, Federazione della sinistra (Prc-Pdci) Idv, Sel, e Verdi. A posto della Federazione della sinistra l'ex prodiano vuole imbarcare l'Udc. E così i quattro consiglieri di Prc e Pdci verrebbero sostituiti dai quattro consiglieri centristi. Un progetto diverso da quello di Burlando che in Regione Liguria governa invece con una maggioranza che va dalla sinistra al partito di Casini e senza troppi problemi. Repetto invece la sinistra la vuole far fuori, sembra per problemi con la vicepresidente di Prc Marina Dondero ma anche per divergenze sul bilancio preventivo e sulla ricapitalizzazione dell'azienda trasporti. Ma il punto è l'atteggiamento dell'Idv. Che cosa faranno i dipietristi locali di fronte al passo che Repetto potrebbe compiere?  "Ci adegueremo alle decisioni di Repetto", dichiara al Tribuno.com l'unico consigliere provinciale di Idv, Stefano Ferretti, consapevole delle ripercussioni che il passo del presidente della Provincia potrebbe avere sui delicati equilibri del centrosinistra sia in Regione che in Comune. Se Repetto però si deciderà ad abbracciare l'Udc aderendo al pressing di Bersani favorevole ad un'apertura a Casini anche sul piano nazionale, per l'Idv è pronta la poltrona di vicepresidente che andrà a Franco De Simone, (foto) attuale assessore all'Istruzione in sostituzione della fuoriuscita Manuela Cappello. De Simone, agiato imprenditore genovese, già vicepresidente della Regione Liguria negli anni novanta, ex Patto Segni, passato anche per le fila degli "Italiani nel mondo" di Sergio De Gregorio, è rientrato da poco nell'IdV dopo un lungo periodo "in sonno" durante il quale ha mostrato un atteggiamento molto critico verso Di Pietro e la sua politica. Insomma il classico figliuol prodigo, anche se quasi settantenne. Da aggiungere è che anche S.e.L sarebbe d'accordo con la decisione di Repetto di giubilare la sinistra.  
Quindi mentre a Roma Di Pietro tuona contro la politica del "meretricio" del leader Udc, attacca l'ex partito di Cuffaro perchè favorevole alle centrali nucleari, fa conferenze stampa con i "trinariciuti" della Fiom, a Genova i suoi si spartiscono con i neocentristi le spoglie di quella sinistra che ancora una volta Pd e Idv vogliono cancellare. L'ennesima prova di opportunismo e incoerenza di un partito che deve la sua fortuna all'incredibile quantità di spazi televisivi di cui gode e alle amnesie della stampa di sinistra.  

Avvertenza. Tutti i commenti inviati consentono di risalire all'autore, pertanto chi utilizza questo spazio si assumerà la piena responsabilità civile e penale delle proprie affermazioni.
Commenti
marco 2010-12-04 08:37:07

Di questo passo IDV tornera con percentuali da prefisso di Milano 02%.

I meriti vanno attribuiti a chi non ha mai fatto niente neanche davanti all'evidenza ed ora raccoglie ciò che ha seminato

Felice D'Ambrosio 2010-11-30 18:59:25

Carissimo Giostra
Alla Regione Marche IDV governa allegramente in Giunta con UDC , insieme al PD .
Come del resto tu intelligentemente insegni,una cosa è la politica nazionale un'altra è la politica regionale, dipende sempre da quali e quanti " interessi politici " sono effettivamente in gioco.
Dovrebbe stare un pochino più attento il Di Pietro, forse non si è accorto che potrebbe perdere le redini del Partito in attimo il che per molti è auspicabile .
Cordialità

 

Inserisci commento
Nome e cognome
Email (facoltativa)
Ripeti codice
Commento
Caratteri rimanenti: 3000

 


Bacheca
"ORLANDO NON SLOGGIA DALLA CAMERA" LA LETTERA DI PROTESTA DI VATINNO, IL SUO SUCCESSORE, USCITO DALL'IDV.
SONIA ALFANO NON E' PIU' UN'EUROPARLAMENTARE DEL'IDV.
IDV REGGIO. I PADRONI DEL PARTITO RIFIUTANO LE ISCRIZIONI DELLA SOCIETA' CIVILE E CHIEDONO RISARCIMENTI A MATTEO RIVA.
"LA MIA SQUALLIDA, NAUSEANTE, MORTIFICANTE ESPERIENZA IN IDV"


Rassegna stampa
BLOG. "CASALEGGIO-GRILLO, LA POLITICA COME GIOCO DI RUOLO, A LORO DELLA DEMOCRAZIA NON IMPORTA NULLA".
SONDAGGI. M5S PROMOSSI PER GUIDARE LE CITTA' MA NON IL PAESE. IL PD PRIMO PARTITO 27,56%.
SINDACO DIMEZZATO. PIZZAROTTI (PARMA) SI PIEGA A GRILLO: "TAVOLAZZI NON SARA' DIRETTORE GENERALE"
GRILLO: "SARDI, CACCIATE GLI INVASORI"... GRILLO PER PRIMO !!
SONIA ALFANO (Europarlamentare): "A ME L'IDV HA PREFERITO CHI INCONTRA I BOSS".

Fedeli alla linea

 

Il Tribuno - Libro di Alberico Giostra

Il Tribuno   Home | Politica | Politica locale | Editoriali | Interviste | Contact | Leggi e codici | Dizionario sinonimi | Ricette | News | Commenti | P.IVA: ftcrfl65m69f839j